menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo a Botticino con Bagioli (Foto Rodella)

L'arrivo a Botticino con Bagioli (Foto Rodella)

Weekend di successo per la Zalf: doppietta con Bagioli e Borso

La compagine ciclistica castellana ha vinto prima a Botticino (BS) e poi è giunta seconda sul traguardo della Popolarissima di Treviso

CASTELFRANCO VENETO - Quarta vittoria stagionale con il quarto atleta diverso. La Zalf Euromobil Désirée Fior dei giovani vince e convince. A giungere in perfetta solitudine sul traguardo della 4^ Medaglia d'Oro Lorenzo Mola a Botticino (Bs) è stato Nicola Bagioli, classe 1995, al primo successo tra gli under 23. Una gara molto combattuta, quella andata in scena sul circuito bresciano, vissuta su una fuga di undici atleti scattata dopo appena 15 chilometri di cui facevano parte Nicola Bagioli, Andrea Borso e Giacomo Zilio.

I fuggitivi, che hanno guadagnato un vantaggio massimo di 2'40", nel finale di gara hanno saputo resistere anche al ritorno del gruppo: sull'ultima ascesa di giornata, con gli inseguitori che recuperavano alcuni componenti della fuga iniziale, è arrivato l'allungo decisivo di Nicola Bagioli che, ben protetto da Andrea Borso, ha tirato diritto giungendo in solitaria sin sulla linea d'arrivo. A pochi secondi di distanza, il vicentino Andrea Borso ha regolato allo sprint i più immediati inseguitori, mettendo a segno così un'altra spettacolare doppietta per i colori bianco-rosso-verdi.

"Sono molto felice per Bagioli perchè domenica ha fatto da spalla per Moscon al Trofeo Balestra e domenica è riuscito a sfruttare nel migliore dei modi l'occasione che gli si è presentata" ha commentato dopo il traguardo Gianni Faresin che ha aggiunto "Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi, in particolare anche a Borso e Zilio che erano presenti nella fuga decisiva, perchè hanno corso in maniera impeccabile e hanno fatto sembrare tutto facile nonostante gli avversari fossero numerosi e titolati".


Medaglia d'argento, invece, per Marco Maronese alla 100^ Popolarissima corsa nel cuore di Treviso: lo sprinter trevigiano, giungendo alle spalle di Rino Gasparrini nella volata a ranghi compatti che ha deciso la gara, ha strappato una importante conferma in prospettiva futura. Sesto posto, invece, per Marco Gaggia. "L'argento di Maronese vale oro considerata la rimonta che sono stati costretti a fare i nostri atleti nel finale" ha spiegato Luciano Rui "Nell'ultimo chilometro, purtroppo, c'è stata una sbandata in gruppo che ha fatto perdere le posizioni migliori al nostro treno. Nonostante questo i ragazzi sono stati bravi a risalire la china e a lanciare lo sprint di Maronese che è giunto a pochi centimetri da Gasparrini". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto tra due moto e un'automobile: morto un centauro 25enne

  • Cronaca

    Lutto a Follina, l'alpino Mario Naibo è andato avanti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento