Zero Branco: ospitate nazionale femminile di sitting volley e pallavolo trapiantati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un week end che si tingerà di azzurro quello del 22-23-24 marzo a Zero Branco. Per volontà della società US Albertina – Kosmos Volley si terrà infatti un raduno congiunto tra due rappresentative nazionali, quella femminile di sitting volley e quella degli atleti trapiantati di ANED. La società zerotina, che proprio da questa stagione sportiva ha fatto partire al suo interno un progetto di sitting volley, è sempre molto sensibile ai temi della disabilità legati alla pallavolo. “Aiutare i ragazzi a fare squadra significa anche dare a loro la possibilità di conoscere realtà che riescono a trasformare ciò che viene normalmente percepito come diversità in punti di forza e opportunità” parole di Luigi Cecconi che continua “è anche per questo che abbiamo fortemente voluto questo appuntamento”. Le due Nazionali sono in preparazione di altrettanti importanti appuntamenti internazionali. Le ragazze guidate da coach Amauri Ribeiro dovranno affrontare dal 13 al 19 luglio i Campionati Europei che si svolgeranno a Budapest, torneo importantissimo anche in vista di Tokyo 2020. Gli azzurri di Aned invece voleranno in Inghilterra dal 17 al 24 agosto per i World Transplant Games a Newcastle.. Il programma del week end avrà la giornata di sabato come protagonista. Dopo l’incontro delle due squadre con le scuole del territorio la mattina, si potrà assistere a due match che vedranno impegnati gli atleti il pomeriggio al Palazzetto dello Sport di Zero Branco. Prima a scendere nel rettangolo di gara sarà la Nazionale Italiana Pallavolo trapiantati e dializzati, guidata in questa occasione dal campione del mondo Samuele Papi, che sfiderà il Kosmos Volley alle ore 16.30. Seguirà alle 19.00 l’amichevole tra la Nazionale Italiana Femminile di sitting volley e la squadra di casa Sitting Kosmico. La manifestazione darà la possibilità a tutti di scoprire la pallavolo sotto nuova luce, entrando in contatto con le storie di atleti che attraverso lo sport dimostreranno quanto sia importante non arrendersi alle vicende della vita, ma reagire con forza e positività e riuscendo così a vincere dentro e fuori al campo di gioco.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento