rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Salute Vittorio Veneto

Nascite in calo e pochi pediatri: a rischio il reparto di ostetricia a Vittorio Veneto

Per garantire le ferie estive ai dipendenti dell'ospedale, il reparto vittoriese sarà accorpato, durante i mesi estivi, con quello di Conegliano. Preoccupazione di sindacati e comune

VITTORIO VENETO Parlare di emergenza sarebbe esagerato, ma di sicuro i prossimi mesi non saranno facili per il reparto di ostetricia dell'ospedale di Vittorio Veneto. Con l'arrivo dell'estate infatti, il punto nascite della Marca sarà accorpato a quello dell'ospedale di Conegliano per consentire al personale medico di andare in ferie dopo mesi di duro lavoro in sotto organico.

Il vero problema però non sembra tanto essere la momentanea chiusura del reparto, quanto il fatto che il calo delle nascite e il personale sempre più ridotto dell'ospedale, possano portare a una cancellazione definitiva dell'ostetricia vittoriese. Come riportato da "La Tribuna di Treviso", a segnalare il problema, in queste ore, sono stati i sindacati e il Comune di Vittorio Veneto che hanno tenuto a precisare come la speranza sia quella che il punto nascite possa riaprire i battenti a settembre. Al momento, le nascite nel vittoriese dovrebbero essere garantite fino al prossimo anno, stando alle schede ospedaliere dell'Ulss trevigiana. Il pericolo è che dal 2019 in avanti il reparto potrebbe essere costretto a chiudere se la crisi del personale e il calo delle nascite dovessero continuare. Nelle scorse settimane la Regione ha concesso l'assunzione di ottanta nuovi collaboratori nelle strutture ospedaliere regionali. Duemila persone hanno già presentato domanda. Il loro innesto anche in ospedali come quello di Vittorio Veneto potrebbe essere fondamentale per scongiurare la futura chiusura di un importante punto nascite per l'intera provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascite in calo e pochi pediatri: a rischio il reparto di ostetricia a Vittorio Veneto

TrevisoToday è in caricamento