"Postumia fabbrica di morte! Le istituzioni si mettano una mano sulla coscienza"

Tornerà a casa la piccola Alice per festeggiare il suo compleanno: "La nonna si è sacrificata per lei". Domani mattina alle 10 l'ultimo saluto a Natalia Frare nella chiesa parrocchiale di Postioma

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche lo storico locale "Al Baston", situato proprio nell'incrocio del tragico teatro di moltissimi incidenti, si mobilita con una marcia e una raccolta firme per mettere in sicurezza questo attraversamento che piange una scarsa visibilità per chi si immette da nord verso sud e vuole attraversare la provinciale postumia. "Siamo pronti a mobilitarci - afferma Hanner Achwaiger, titolare del locale al quotidiano "Il Gazzettino" - non possiamo più tollerare un incrocio così pericoloso".

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento