Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Colline del Prosecco nel Patrionio Unesco, Zaia: "Meritato riconoscimento per un paesaggio di immensa bellezza"

"Generazioni di viticoltori nei secoli hanno saputo proteggere e conservare questo bellissimo territorio"

 

"Le colline della Pedemontana trevigiana sono diventate patrimonio dell’umanità Unesco e come Presidente di Assindustria Venetocentro ho il piacere di poter dare merito alle Istituzioni che vi hanno creduto fin dall’inizio, a partire dalla Regione Veneto con il Presidente Luca Zaia, al Consorzio di Tutela Conegliano ValdobbiadeneProsecco Superiore, agli imprenditori e alle forze sociali". A dirlo Maria Cristina Piovesana, Presidente di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso.

"Essere riusciti a ricevere questo attestato è già il segno che la nostra comunità, e in particolare chi vive e lavora in quell’area, hanno voluto e saputo intraprendere un percorso nuovo per guardare al proprio futuro. Attorno ad esso si andranno ora a coordinare tutte le attività umane e imprenditoriali che già vi sono attive e le altre che si insedieranno. Arriveranno ancor di più i visitatori, da tutto il mondo, per scoprire questa bellezza nata dall’incontro della natura con il lavoro dell’uomo - continua Piovesana - Il turismo è una vocazione recente e che pur già affermata troverà nuovo impulso grazie all’inserimento nella World Heritage Unesco. E’ una grande opportunità, che sono certa gli amministratori e gli operatori del territorio sapranno accompagnare sotto il segno della sostenibilità, dandosi delle linee guida condivise. Ad Assindustria Venetocentro fanno riferimento molte imprese di questo territorio, di più settori, e riteniamo utile avviare un tavolo di confronto per condividere le esigenze e le prospettive e i valori chiave su cui muoverci. Con l’entusiasmo del successo ottenuto e l’attenzione, e l’umiltà, di sapere che ora si apre una nuova strada che dobbiamo percorrere insieme".

In merito è intervenuta anche l'assessore regionale al lavoro e alla formazione, Elena Donazzan: "Una nomina più che meritata, un riconoscimento che va a valorizzare un territorio ineguagliabile per bellezza e per qualità della produzione vitivinicola Il Prosecco è il vino italiano più conosciuto e più bevuto al mondo, con un volume di export in continuo aumento. Oltre 5.000 addetti operano infatti attorno alla produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG: una vera e propria macroeconomia tutta veneta che esce notevolmente rafforzata da questa decisione - continua Donazzan - ma la nomina a patrimonio Unesco delle colline del Prosecco vale molto di più, perché permetterà di far conoscere ai visitatori da tutto il mondo uno dei territori più belli del Veneto e d’Italia, favorendo lo sviluppo di nuove forme di turismo enogastronomico, lento e consapevole”.

“Una buona notizia che arriva a pochi giorni dall’aggiudicazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano-Cortina – prosegue Donazzan - che impone al Veneto la sfida di promuovere un turismo all’altezza delle aspettative dei visitatori. Grazie ai percorsi di formazione professionale dei Centri di formazione professionale del Veneto ed ai percorsi di formazione terziaria dell’ITS-Academy del Turismo, la Regione Veneto è in prima linea nella preparazione degli operatori e dei manager del domani, verso un mercato del lavoro che richiederà sempre più competenza e professionalità”.

 “Complimenti al Presidente Luca Zaia per il coraggio e la lungimiranza dimostrati in questa partita: anche questa volta ha puntato senza esitazione, e a ragione, sulla bellezza del nostro territorio – conclude l’assessore alla scuola e formazione - Un grazie, inoltre, ai tanti imprenditori che in questi anni hanno investito ristrutturando, manutenendo, abbellendo, lavorando nel modo giusto queste difficili colline. Infine un plauso al vicesindaco di Valdobbiadene Tommaso Razzolini, che si è molto speso in questi ultimi 5 anni con la sua delega al turismo per far conoscere il proprio comune e promuovere in ogni posto e occasione la qualità del Prosecco Consegliano-Valdobbiadene DOCG. Vince un’idea, vince un territorio, nell’interesse del Veneto e di tutti i veneti”.

Potrebbe Interessarti

  • Imprenditore si trasforma in Batman per aiutare i bimbi malati

  • Autosalone "fantasma" a Volpago: «Sono dei professionisti della truffa»

  • Grandinata devastante nella Marca, la situazione a Preganziol

  • A Treviso torna la tradizione dell'anguriaro

Torna su
TrevisoToday è in caricamento