Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cittadini a passeggio nonostante il Coronavirus, Conte tuona: «Intensificherò i controlli»

Il sindaco di Treviso: «È una bella giornata, lo so, ma non è possibile vedere gente che cavalca il cavillo del Decreto per uscire in compagnia con la scusa del jogging e organizzare festini nelle proprie abitazioni»

 

Il sindaco di Treviso Mario Conte, nella mattinata di domenica, ha lanciato un appello ai cittadini a causa delle troppe persone che si sono riversate in strada nel weekend. «Vi chiedo di ascoltare attentamente e condividere questo mio appello. È una bella giornata, lo so, ma non è possibile vedere gente che cavalca il cavillo del Decreto per uscire in compagnia con la scusa del jogging e organizzare festini nelle proprie abitazioni. Non deludetetemi e, come sto dicendo spesso, prendiamoci cura di noi stessi!». Ulteriori segnalazioni di cittadini intenti a fare jogging domenica mattina arrivano anche da Crocetta del Montello, lungo il canale che porta a Pederobba. Anche il sindaco di Conegliano, Fabio Chies, ha preso parola in questa domenica di sacrificio: «Stamattina ho riunito la Protezione Civile, l'ordine è tassativo, dobbiamo far stare a casa le persone! Qualcuno per caso pensa che sia la settimana dello sport? I sanitari stanno mettendo a repentaglio la propria incolumità per noi e non si può rinunciare ad una passeggiata per stare a casa! State a casa, lo dobbiamo a chi lavora negli ospedali!».

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento