(nessun video da visualizzare)

Covid, in Veneto parte la nuova campagna informativa sui vaccini

Per l'occasione un “supereroe” intervisterà i veri esperti del settore, iniziando dal prof. Palù quale Presidente dell'Aifa

 

La complessità della situazione legata al Covid, anche in relazione all’adesione da parte dei cittadini alla vaccinazione porta nella popolazione un crescente bisogno di chiarimenti e informazioni, volte a risolvere i possibili dubbi, nati nella popolazione anche alla luce delle diverse informazioni che riguardano i vaccini portate all’attenzione dei media e del web. In questo quadro la Regione del Veneto ha deciso di affiancare alla campagna vaccinale una campagna informativa che ha l’obiettivo di supportare il cittadino nella scelta, accompagnandolo con informazioni che provengono da fonti sicure e persone autorevoli, cercando di chiarire dubbi e perplessità.

Con questo scopo, parte oggi la campagna informativa a sostegno del miglior approccio possibile dei cittadini alla lotta al Covid tramite il vaccino. La campagna vaccinale sta proseguendo, nel Veneto, con un grosso impegno da parte di tutte le Aziende Sanitarie e con il massimo rispetto di quanto previsto dal Piano Nazionale Vaccini, discendendo dal quale, la Regione ha redatto un piano regionale specificandone le modalità definendo con le Ullss la somministrazione, subordinata alla disponibilità delle dosi. Ad oggi sono state somministrate in Veneto più di 700mila dosi. Ad esempio, nella sola giornata del 24 marzo oltre 21mila.

Lo sforzo informativo e divulgativo che parte oggi, vuole aiutare a rendere facile la scelta di vaccinarsi, agevolando la ricerca di informazioni anche di tipo organizzativo, e indirizzando il cittadino verso riferimenti chiari e scientificamente precisi. Per farlo, la Regione ha scelto un testimonial particolare, un supereroe, il vaccino, dall’aspetto benevolo e protettivo: un gigante buono che spiega e protegge, un testimonial di eccezione che ci accompagna attraverso le tante e spesso confuse informazioni, mettendo in risalto quelle corrette per allontanare dubbi e comunicare in modo semplice, lineare e sintetico l’importanza di un atto così semplice e protettivo.

Il supereroe nasce dalla matita di Maria Gianola, disegnatrice veneziana che ha messo a disposizione la sua creatività per supportare l’iniziativa. La campagna si avvarrà della spinta comunicativa e di diffusione di “Viral Veneto”, impegnata fin dall’inizio dell’epidemia a rafforzare i messaggi nella popolazione, in particolare tra i giovani.

Il nostro supereroe ha iniziato ad accompagnarci in questo percorso intervistando esperti di ambiti specifici per chiarire alcuni dubbi: interverrano nella campagna il Prof. Giorgio Palù, Presidente dell’AIFA; il dr. Vittorio Selle, Direttore SISP - Azienda Ulss 3 Venezia;  il dr. Patrizio Sarto, Direttore UOC Medicina dello Sport - Azienda Ulss 2 Treviso; il dr. Carlo Gabelli, Direttore CRIC (Centro di riferimento per la demenza) presso l’Azienda Ospedaliera di Padova; il dr. Gianfranco Jorizzo, Responsabile del Servizio di Medicina Prenatale dell’Ulss 6 Euganea, Coordinatore del Comitato Percorso Nascita Nazionale.

164862003_1741393779395863_4979534432261031463_o-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento