Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Flash mob della sardine trevigiane, parla l'organizzatore: «Siamo contro l'odio e il populismo»

Francesco Sanson parla a margine dell'evento che ha portato oltre 3 mila persone in Piazza Borsa a Treviso

 

«Noi siamo le "sardine", benvenuti in mare aperto. Siamo tanti e non siamo soli, stringiamoci tutti insieme e creiamo un banco. Ci siamo uniti virtualmente, ma siamo ben presto divetati piazza e qui non siamo scesi casualmente, ma bensì vogliamo dare voce a tante proposte». Con queste parole gli organizzatori del "6000 Sardine flash mob" hanno aperto la manifestazione che sabato alle 18.30 ha trasformato per un'ora piazza Borsa nella Pescheria cittadina. Oltre 3 mila persone si sono presentate all'evento organizzato online da Francesco Sanson, deus ex machina del movimento delle sardine trevigiane. «Basta alle retoriche dell’odio. Non siamo contro nessuno, ma siamo gli anticorpi della democrazia, la tutela della nostra Costituzione. Per questo motivo non faremo un passo indietro, come hanno fatto prima di noi i nostri genitori e nonni. Treviso porta con sé i valori della resistenza, non permetteremo che la sua Medaglia d’Oro venga infangata. Treviso non si lega» hanno dichiarato dal palco gli organizzatori. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento