rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Green Pass obbligatorio in Comune: «Sanzioni per chi lavorerà senza certificato»

Ca' Sugana è pronta a controlli capillari per verificare il possesso della certificazione verde tra i propri dipendenti. L'assessore Manera: «Nonostante tutto, però, confidiamo nella buona fede delle persone»

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e del Ministro della salute, Roberto Speranza, ha adottato con dpcm le linee guida relative all'obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19 da parte del personale delle pubbliche amministrazioni, a partire dal prossimo 15 ottobre. 

Che cosa prevede il Dpcm Green Pass

Nella pubblica amministrazione i soggetti sprovvisti di certificazione verde dovranno essere allontanati dal posto di lavoro. Ciascun giorno di mancato servizio, fino alla esibizione della certificazione verde, è considerato "assenza ingiustificata", includendo nel periodo di assenza anche le "eventuali giornate festive o non lavorative". In nessun caso, precisa Palazzo Chigi, l'assenza della certificazione verde comporta il licenziamento. Oltre ai lavoratori dipendenti della singola amministrazione pubblica sono soggetti all'obbligo di Green Pass i dipendenti delle imprese che hanno in appalto i servizi di pulizia, di ristorazione, di manutenzione, di rifornimento dei distributori automatici, i consulenti e collaboratori e i prestatori o frequentatori di corsi di formazione, come pure i corrieri che recapitano all'interno degli uffici posta d'ufficio o privata. Sono esclusi, precisa Palazzo Chigi, soltanto gli utenti degli enti statali che pertanto non saranno sottoposti a verifica della certificazione.

Green pass, chi deve fare i controlli

Il soggetto preposto al controllo del green pass è il datore di lavoro, che può delegare questa funzione con atto scritto a specifico personale, preferibilmente con qualifica dirigenziale. Le linee guida lasciano libero il datore di lavoro di stabilire le modalità attuative. Il controllo potrà avvenire all'accesso, evitando ritardi e code, o successivamente, a tappeto o su un campione quotidianamente non inferiore al 20% del personale in servizio, assicurando la rotazione e quindi il controllo di tutto il personale.

Video popolari

Green Pass obbligatorio in Comune: «Sanzioni per chi lavorerà senza certificato»

TrevisoToday è in caricamento