rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024

Guerra Russia-Ucraina, i sindacati scendono in piazza: «Per la pace serve il dialogo»

In centinaia, oggi pomeriggio, si sono ritrovati in centro a Treviso per dire no alla guerra. Tra loro anche la Cgil di Treviso e la Cisl di Belluno-Treviso

Una lunga bandiera dell'Ucraina, poi un lunghissimo serpentone di persone. Tutte in piazza per dire "basta" alla guerra e all'invasione russa in Ucraina. Treviso torna così a manifestare contro Putin dopo il sit-in di ieri pomeriggio in piazza Aldo Moro organizzato dal Cs Django. Oggi, invece, centinaia di persone si sono ritrovate in piazza Santa Maria dei Battuti insieme al volontariato trevigiano e alle sigle sindacali. Tra i protagonisti Mauro Visentin, segretario generale della CGIL di Treviso, e Massimiliano Paglini, segretario generale CISL Belluno-Treviso.

Inoltre, nella tarda mattinata di oggi, il sindaco di Asolo ha sentito telefonicamente il dr. Marco Toson, Console Onorario di Ucraina.  "Ho manifestato la solidarietà della città di Asolo nei confronti del popolo ucraino, dando piena disponibilità ad aiutare concretamente la popolazione, utilizzando canali sicuri, ufficiali e istituzionali - afferma Mauro Migliorini - Domani mattina, invece, si terrà un incontro istituzionale operativo per stabilire tipologie e priorità degli aiuti (quali beni sanitari,  di prima necessità...)".

Video popolari

Guerra Russia-Ucraina, i sindacati scendono in piazza: «Per la pace serve il dialogo»

TrevisoToday è in caricamento