Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Wave" - Odi et Amo

Ecco il secondo brano estratto dal mixtape "L'Onda Vol.1" del 18enne trevigiano Alessandro Marcanzin, in arte "Wave"

 

TREVISO Continua l'excursus di TrevisoToday nel mondo del rap/trap di Treviso. Oggi per voi l'ultimo singolo di "Wave" in un video realizzato da Nicolò Piovesan e con il recording e mixaggio effettuato da Tommaso Del Ninno. Per sapere però un po' di più di "Ale" come cantante e come persona, abbiamo deciso di intervistarlo...

  • Ale, perché il nome "Wave"?

"Ho scelto questo nome perché trovo che l'immagine di un'onda travolgente si accosti bene al mio temperamento e al mio modo di creare musica. È una figura dinamica, caratterizzata dalla tendenza a progredire e rinnovarsi attraverso le proprie energie"

  • A chi o cosa ti ispiri quando scrivi e poi canti?

"Ho iniziato ascoltando i grandi rapper americani che indubbiamente mi hanno avvicinato al genere (es. Eminem e 2Pac, n.d.r). Questo è stato solo l'inizio, la punta dell'iceberg perché da quel momento in poi la mia curiosità si è spinta verso artisti più semplici, di nicchia forse, ma che mi hanno catturato sempre più e hanno stimolato il mio aspetto più creativo...Da qui è nata la mia passione per il rap italiano...Non mi focalizzo su un artista in particolare ma cerco di trarre il meglio dai brani che reputo originali, la mia musica è quindi un melting pot di stili e flow diversi che poi io arrangio secondo le mie esigenze"

  • Perché hai iniziato a rappare? Da dove nasce questa passione?

"La musica è una forma di comunicazione e chiaramente il mio intento è quello di esternare emozioni che reputo difficili da esprimere attraverso altre vie...Il rap semplifica il mio modo di comunicare, tutto diventa più immediato! Emozioni e sensazioni che prima non avevano voce hanno trovato ora sfogo attraverso il fraseggio, il ritmo e le rime! È una forma d'arte che ha permesso di esprimermi nella mia interezza"

  • Rap o trap: tu quale genere preferisci?

"Cerco di essere il più innovativo possibile, di guardarmi attorno, di non chiudermi in un unico stile monotono e fine a sé stesso. Il mio intento è quello di essere intraprendente e aperto all'innovazione. Mi piace l'idea di accostare testi partendo dallo stile 'Old School', ma con basi più moderne e fresche" 

  • Wave, giovane età ma testa sulle spalle...Quali però i sogni futuri?

"Quello che sto cercando di fare ora è divertirmi, crescere artisticamente cavalcando questa mia grande passione! Non nascondo che ovviamente mi lusinga moltissimo l'idea di farmi conoscere e trasmettere la mia energia e voglia di fare musica a chi ascolta i miei brani! Sono assolutamente agli inizi, ma c'è una grande voglia di continuare a migliorarmi e scrivere"

  • Un'ultima domanda è però immancabile ora: qual è il significato del contenuto del tuo ultimo brano?

"Il mio ultimo brano è nato da una delusione amorosa. Cerco di esprimere il tormento interiore e la difficoltà a conciliare due sentimenti contrastanti come odio e amore che hanno caratterizzato il periodo successivo all'epilogo della storia. In questo pezzo, infatti, ho davvero messo cuore e anima, tanto che sono particolarmente legato a questa canzone, forse perchè rappresenta una parte di me o forse perchè mi ha regalato tante emozioni"

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento