Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Suonano "Joani" per beneficenza: raccolti 10mila euro

L'evento benefico si era tenuto a Vallà di Riese dieci anni dopo la tromba d'aria che aveva flagellato il paese. Il ricavato dell'evento sarà così distribuito: 8mila euro alle popolazioni del Bellunese, 2mila ai Buoni amici social street del centro Atlantis di Castelfranco

 

L'hanno chiamato: "Rock in quasi 1000" parodiando il "Rockin' 1000" originale che era riuscito a portare i Foo Fighters in concerto a Cesena. I fan dei Los Massadores però non sono stati da meno e, a inizio giugno, dieci anni dopo la tromba d'aria che aveva devastato la frazione di Vallà hanno dato vita a un importante evento benefico che ha raccolto ben 10mila euro per le montagne bellunesi e per un'associazione di Castelfranco Veneto.

Nel video del "Rock in quasi 1000" quattrocento musicisti si sono dati appuntamento per suonare insieme la canzone simbolo della ricostruzione dopo la tromba d'aria: "Joani". La canzone dei Los Massadores si ispirava alla celebre "Domani" degli Artisti uniti per l'Abruzzo dopo il terremoto de L'Aquila. Il video dell'evento benefico, che potete trovare qui sopra, è invece un chiaro omaggio al primo successo di Rockin' 1000 i leggendari mille musicisti italiani che si erano riuniti a Cesena per suonare la canzone "Learn to fly" dei Foo Fighters convincendo Dave Grohl e soci a venire in Italia a suonare per loro. Il risultato è una versione genuina e riuscitissima della canzone dei Los Massadores oltre a essere il risultato di una splendida iniziativa a fin di bene.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento