Mercoledì, 22 Settembre 2021

Giornalista trevigiano aggredito durante la sommossa di Napoli

Paolo Fratter ed il suo cameraman erano in collegamento con Sky Tg24 quando sono stati accerchiati da alcuni teppisti che li hanno poi persino rincorsi lungo alcune vie secondarie

Ha dell'incredibile quanto successo nelle scorse ore a Napoli. Paolo Fratter, giornalista trevigiano, era difatti in collegamento live con Sky Tg24 quando, durante la sommossa di Napoli contro il Governatore De Luca e la sua decisione di un lockdown regionale anticipato, quando sia lui che il suo operatore sono stati improvvisamente aggrediti da alcuni teppisti che hanno persino tentato di strappar loro microfono e telecamera. Dopo un iniziale tentativo di Fratter di calmare gli animi, sia lui che il cameraman sono poi dovuti fuggire via per alcune vie secondarie dove sono comunque stati inseguiti e fatti oggetto di una sassaiola finché non sono riusciti a raggiungere un luogo più appartato e lontano da occhi indiscreti. Il tutto in diretta con lo studio di Roma dove il conduttore, in evidente preoccupazione, cercava di mantenere la calma in attesa degli sviluppi della situazione. «Siamo stati aggrediti, non è stata una passeggiata» ha detto infine il giornalista a chiusura della sua diretta.

Si parla di

Video popolari

Giornalista trevigiano aggredito durante la sommossa di Napoli

TrevisoToday è in caricamento