rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

Vaccinazioni a rilento in Pedemontana: sabato a Pieve un nuovo Vax Day

Sarà ad accesso libero e fornirà dosi sia di Pfizer che di Johnson per gli over60. In caso di alta adesione il camper sarà riproposto anche domenica, ma in altro comune

Sabato 28 agosto, accanto al Municipio di Paderno del Grappa, sarà presente il camper del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 2 che, dalle ore 8.30 alle 19, sarà pronto a somministrare i vaccini a tutti coloro che lo vorranno (a disposizione sia dosi di Pfizer che di Johnson per gli over60). Quanto previsto dall'azienda sanitaria trevigiana è, dunque, a tutti gli effetti un nuovo Vax Day ad accesso libero. «Se i risultati dovessero essere soddisfacenti - commenta il Direttore Generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi - potremmo ripetere l'offerta anche per domenica 19 in un altro comune del circondario. Infatti, la zona della Pedemontana e dell'Asolano è quella in cui, ancora oggi, sussiste una grande comunità di no vax, tanto che nell'area la percentuale di vaccinazioni si aggira tra il 50 ed il 60% rispetto al resto della provincia dove si raggiunge facilmente anche il 75%. I comuni più a rilento, nello specifico, sono Castelcucco, Borso del Grappa, Pieve del Grappa e San Zenone degli Ezzelini In ogni caso, ringrazio il sindaco Rampin per aver messo a disposizione dell'Ulss degli spazi comunali proprio per l'occasione».

Benazzi fa poi il punto della situazione sui contagi nella Marca: «Da gennaio 2021 abbiamo effettuato 112 mila tamponi in farmacia e 746mila nei vari Covid Point e nell'ultimo periodo abbiamo raggiunto la quota di 3.229 tamponi giornalieri complessivi. Possiamo dunque dire che oggi sul territorio è presente solo la variante Delta (più contagiosa ma meno pericolosa) e che il tasso di positività è solo del 2,8% - continua il DG - Per quanto concerne i contagi, invece, al momento abbiamo 50 persone ricoverate per Covid (in leggero aumento), di cui 15 al Ca' Foncello (4 in Terapia Intensiva e non vaccinati, 5 in Malattie Infettive e 6 in Pneumologia), e l'età media si assesta tra i 40 e i 50 anni. Se guardiamo poi a Vittorio Veneto, qui abbiamo in ricovero 17 pazienti negli ospedali di comunità, di cui 15 non vaccinati».

Infine, Benazzi commenta anche i casi di no vax tra i sanitari alle dipendenze dell'Ulss: «Ad oggi abbiamo sospeso 174 dipendenti (su 825 non ancora vaccinati) e solo oggi abbiamo inviato 24 lettere di richiamo, mentre settimana prossimo ne invieremo di ulteriori. Tra tutti i casi di sospensione esaminati, abbiamo poi 10 persone che sono ricorse al Tar del Veneto. Nel dettaglio, comunque, ci troviamo a dover discutere con circa 8 biologi, 34 infermieri, 42 odontoiatri, 32 psicologi, 2 ostetriche, 10 tecnici vari, 19 farmacisti, 9 veterinari e 20 medici».

Video popolari

Vaccinazioni a rilento in Pedemontana: sabato a Pieve un nuovo Vax Day

TrevisoToday è in caricamento