Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In piazza contro il Governo, ma è flop: «Chiediamo reddito e salute per tutti»

Non più di una quarantina di persone hanno partecipato martedì nel tardo pomeriggio alla manifestazione organizzata in piazza Borsa dal Cso Django e da Adl Cobas

 

«L'unica scelta valida per poter uscire dall'emergenza è reclamare più diritti per tutti. I privilegi di pochi non possono pesare sui diritti di tutti». A dirlo è Ruggero Sorci di Adl Cobas, tra gli organizzatori (insieme al Cso Django) della manifestazione andata in scena nel tardo pomeriggio di martedì in pizza Borsa a Treviso. Una protesta "flop" però, con non più di una quarantina di presenti scesi in centro storico per manifestare contro il Governo e i suoi vari Dpcm. «Le soluzioni ci sono: ridurre le disuguaglianze per finanziare sanità e ammortizzatori sociali dichiara comunque Sorci - Non accettiamo, infatti di barattare un diritto con un altro, mentre c'è chi vede aumentare i propri privilegi». «Chiediamo, dunque, un reddito minimo per tutti e tutte - aggiungono dal Cso Django - Per uscire da questa emergenza ci vogliono più diritti! Dobbiamo costruire percorsi per uscire dal dilemma salute o reddito: siamo tutti indispensabili! Negli ultimi decenni le disuguaglianze sono cresciute in Italia e nel mondo, le risorse per affrontare la crisi bisogna prenderle dove ci sono. Le soluzioni ci sono: redistribuzione della ricchezza, per meno lavoro senza perdita di reddito e investimenti in servizi e sicurezza!».

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento