Yahya Kharbouch - Monologo sulla violenza sulle donne

E' la storia di una giornata quotidiana di Giulia, una giovane costantemente oppressa dalle violenze del marito. Lei, oramai senza speranza, decide di lanciare un messaggio: "Noi donne non moriamo una volta all'anno"

 

"Mi chiamo Yahya Kharbouch, 17enne di origine marocchina, residente a Treviso, aspirante attore. Mi definisco un adolescente sicuro di sè, creativo ed ambizioso. I ragazzi della mia età si divertono cantando, ballando, nuotando, giocando a calcio, basket, pallavolo; io racconto storie scrivendo e realizzando interviste. L'ultimo giorno prima della vacanze di Natale, a scuola, ho recitato un monologo ideato dal sottoscritto, una storia che racconta la giornata di Giulia, una giovane costantemente oppressa dalle violenze del marito. Lei, oramai senza speranza, decide di lanciare un messaggio: Noi donne non moriamo una volta all'anno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento