Apre ad Altivole la prima scuola montessoriana dell’infanzia nella Marca

Domenica prossima, 19 gennaio, l'open day. Dal prossimo anno scolastico 2020-2021 nasce la nuova “Casa dei Bambini”

L'ingresso dell'istituto

Aprirà nel plesso scolastico parrocchiale Giuseppe Sarto a Caselle la prima scuola dell’infanzia montessoriana della Marca Trevigiana. Il primo percorso educativo di stampo montessoriano dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni in provincia di Treviso prenderà il via a settembre 2020. A dare l’impulso all’attivazione dell’innovativo metodo didattico che fa leva sull’esperienza sensoriale l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Chiara Busnardo. “Vogliamo coltivare nel territorio la cultura della pedagogia montessoriana, che acquista valore soprattutto nei primi anni di vita del bambino, prima ancora della scuola elementare, perché è dall’età della scuola dell’infanzia che si struttura il pensiero del bambino e si costruiscono i processi mentali dell’apprendimento”, spiega il primo cittadino. I genitori hanno approvato con entusiasmo la proposta, mentre l’Amministrazione comunale, credendo molto nel metodo “che fa scuola a livello europeo nonostante sia ancora poco diffuso in Italia”, si è impegnato a sostenere il progetto attraverso il reperimento dei fondi per l’acquisto dell’arredo.

PEDAGOGIA MONTESSORIANA Il metodo Montessori si basa sulla libera scelta del bambino, stimolando un percorso di apprendimento che l’alunno sceglie in maniera autonoma e creativa. “La libertà offerta a ciascuno di poter scegliere il materiale e di usarlo per quanto tempo desidera e la possibilità di autocorreggere i propri errori- spiegano le formatrici dell’Opera Nazionale Montessori - mettono il bambino al centro dell'educazione”. Infatti, secondo Maria Montessori, il bambino non "impara", ma costruisce il suo sapere e la sua personalità attraverso l'esperienza e le relazioni con lo spazio, con gli oggetti, con gli altri.

FORMAZIONE DELLE INSEGNANTI Le maestre favoriranno l’interazione dei bambini con il materiale a disposizione nella nuova “Casa dei Bambini” (così vengono chiamate le scuole dell'infanzia a Metodo Montessori), il cui ambiente è scientificamente studiato per incoraggiare la tendenza verso l’indipendenza. Le due insegnanti della scuola dell’infanzia Sarto hanno iniziato due anni fa a seguire il corso di formazione di 500 ore, acquisendo un’approfondita preparazione tramite corsi nazionali organizzati dall'Opera Nazionale Montessori di Roma, ente accreditato Miur.

L’OPEN DAY  L’open day con la presentazione del Metodo Montessori che la scuola di Caselle avvierà nell’anno scolastico 2020-2021 si terrà domenica 19 gennaio alle 11. Interverranno nell’occasione, oltre alla  coordinatrice delle tre scuole dell'infanzia paritarie di Altivole Michela Forner, due formatrici dell’Opera Nazionale Montessori: Daniela Valenti, formatrice Opera Nazionale Montessori, coordinatrice scientifica dei Corsi Montessori e Cinzia Paccagnella, coordinatrice montessoriana della scuola infanzia e scuola primaria Centro Montessori Padova S.p.e.s. ed assistente ai Corsi di Differenziazione Montessori.

ALTIVOLE PRIMO CASO DI SCUOLE DELL’INFANZIA IN RETE Spiega il sindaco Busnardo: «Con questa novità la rete che riunisce le tre scuole parrocchiali paritarie dell’infanzia di Altivole accresce il suo valore, perché si amplia l’offerta formativa, come già avvenuto alcuni anni fa con l’attivazione del bilinguismo nella scuola dell’infanzia di San Vito». Altivole è stato il primo Comune a livello provinciale a sperimentare l’instaurazione di una rete tra le scuole dell’infanzia: “grazie al raccordo è stato possibile differenziare la proposta formativa”. Nel 2019 il Comune ha versato contributi per 101 mila euro alla rete di scuole dell’infanzia del Comune, di cui 60mila euro come contributi alle famiglie. «Un sostegno importante che non verrà a mancare da parte del Comune anche nei prossimi anni»: conferma il sindaco Busnardo.

Chi è Maria Montessori

Maria Montessori, medico e scienziata, ha dedicato la sua vita al rinnovamento pedagogico e culturale della scuola, finalizzato alla formazione di un uomo nuovo in una prospettiva di pace, con la ferma convinzione che tutti gli uomini potessero, attraverso l'educazione, migliorare la qualità della vita, delle loro relazioni personali, delle forme di collaborazione fra i popoli. La sua è una riforma educativa complessa, scientifica e sistematica.

Foto scuola dell'infanzia Sarto 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tamponamento tra quattro mezzi in A27, autostrada in tilt

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento