Centinaia di visitatori al 51° Stormo di Istrana per il 96 anni dell'aeronautica militare

La sorpresa più gradita è stata la pacifica “invasione” di centinaia di bambini delle scuole limitrofe che hanno potuto vedere da vicino le attività dei militari

In occasione del giorno in cui cade il 96° Anniversario dell’Aeronautica Militare il 51° Stormo di Istrana ha deciso di aprire le proprie porte per poche ore, quelle che l’operatività di un reparto tra i più prestigiosi dell’Aeronautica Militare può consentire. Il risultato è stato a dir poco entusiasmante. Nonostante la notizia circolasse sui profili social Ufficiali dell’Aeronautica Militare da pochi giorni, il “tam tam” mediatico non si è fatto attendere e cosi stamani si sono presentati all’ingresso centinaia di cittadini. Più di quelli che ci si potesse attendere considerando che l’evento si è svolto in un giorno feriale.

DSC_9310-2

La sorpresa più gradita è stata la pacifica “invasione” di centinaia di bambini delle scuole  limitrofe che hanno potuto vedere da vicino le attività dei militari. I piccoli ospiti hanno avuto la possibilità di comprendere i compiti dei velivoli dell’Aeronautica Militare, quello che gli aerei quotidianamente possono fare per la collettività e soprattutto hanno potuto capire che questi possono volare grazie ad una serie di professionisti che operano affinché ciò accada. Proprio per questo motivo hanno poi visitato lo stand dei manutentori, del servizio meteorologico, del personale antincendi, della sicurezza volo ed infine hanno visto da vicino l’AMX ed il Pod Reccelite. Questo è  “l’occhio che ci protegge dall’alto” – hanno sottolineato molti visitatori - dimostrando  piena consapevolezza dell’impiego DUAL USE di questa tecnologia che come noto trova largo utilizzo in caso di supporto per pubbliche calamità.

La perfetta riuscita dell’iniziativa ha testimoniato ancora una volta, la perfetta integrazione con il territorio circostante che ha risposto in maniera eccezionale ad un invito dello Stormo. «Probabilmente non ci attendevamo una presenza cosi alta di persone -ha detto il Maggiore Marco Barone del Comando di Istrana- anche perché  riceviamo visite quotidiane e quindi per molti studenti non è certo una prima volta. Tuttavia questo ci inorgoglisce doppiamente, ci fa capire quanto questo territorio sia coeso con lo Stormo e soprattutto ci fornisce un’altra occasione per  raccontare ai cittadini quanto siamo utili al Paese e cosa facciamo quotidianamente al servizio della collettività».

DSC_9312-2

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

  • Buona la prima: al Biscione in pista oltre 200 ballerini di tango argentino

  • L'estate incantata arriva a Treviso: cinema e spettacoli da luglio a settembre

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Sparito nelle acque del Piave, ore di angoscia per Nicola Bertoli

  • Grave incidente a Ponzano, cade con lo scooter: soccorso dal Suem 118

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento