Coronavirus: il liceo Canova annulla la gita a Pechino

Il viaggio d'istruzione lungo due settimane doveva iniziare il 24 marzo per portare nella capitale cinese una classe quarta del liceo linguistico trevigiano. Tutto rimandato

Il liceo Canova (Foto d'archivio)

Alla fine ha prevalso la sicurezza: gli alunni del liceo Canova a indirizzo linguistico non andranno più in gita a Pechino, capitale della Cina, a causa dell'emergenza per il Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" la decisione è stata presa dopo l'annuncio dell’unità di crisi della Farnesina di voler sospendere i viaggi verso la Cina. A quel punto la dirigente del liceo Canova non ha voluto mettere a repentaglio la salute dei suoi studenti e ha deciso di cancellare subito il viaggio d'istruzione. Nessuna protesta né da parte dei ragazzi, né delle loro famiglie. In Cina, gli studenti trevigiani iscritti alla classe quarta dell'indirizzo linguistico, avrebbero dovuto essere accolti nella cittadella dell’università di Pechino. Un viaggio molto importante ed educativo per loro che, nel piano di studi, hanno come terza lingua proprio il cinese. Con l'allerta Coronavirus ancora in circolazione però, la prudenza ha prevalso. Il viaggio non sarà recuperato in quest'anno scolastico. Se l'emergenza passerà la speranza degli alunni è quella di poterlo organizzare per il 2021 nel loro ultimo anno di liceo prima degli esami di maturità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

Torna su
TrevisoToday è in caricamento