Mascherine obbligatorie a Treviso: multe fino a 500 euro per chi non le indossa

Il sindaco Mario Conte ha firmato l'ordinanza che vieta, fino al 13 aprile, di circolare in città sprovvisti di mascherina o con il naso e la bocca scoperti. Sanzioni dure per i trasgressori

Lunedì 6 aprile il sindaco Mario Conte ha firmato una nuova ordinanza che sancisce l'obbligo, per tutti i cittadini, di usare mascherine o altri dispositivi in grado di coprire naso e bocca per chiunque debba muoversi in città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'obbligo è valido, da oggi e fino al 13 aprile, anche per coloro che effettuano attività motoria e passeggiate nel rispetto delle norme imposte dalla recente ordinanza regionale. Oltre alla mascherina, il personale di supermercati e attività commerciali che vendono alimenti e si trovano a contatto con il pubblico dovranno usare anche i guanti. In caso di violazione, salvo che il fatto non costituisca reato, le multe potranno andare dai 25 ai 500 euro. «Chiedo ai trevigiani uno sforzo in più per limitare ulteriormente le possibilità di contagio - le parole del sindaco Conte - L’invito è sempre quello di restare a casa ma da oggi l’utilizzo della mascherina o dispositivi simili sarà obbligatorio sia per uscire a fare la spesa sia per sgranchirsi le gambe nelle aree pubbliche. Per uscire da questa situazione è necessario utilizzare tutte le misure precauzionali possibili. Sono certo che i cittadini, che già si stanno comportando correttamente, capiranno e rispetteranno le regole».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento