Mototerapia e solidarietà: in pediatria a Conegliano doppia donazione

Nel corso dell’evento sono state effettuate due donazioni, destinataria la Lilt per il progetto “Giocare in corsia”: una è giunta dai vigili del fuoco e la seconda da Csm Group, azienda di Codognè

Mototerapia e solidarietà

Mototerapia&solidarietà, oggi nell’Unità Operativa di Pediatria dell’Ospedale di Conegliano dove si sono dati appuntamento, per un San Nicolò speciale, i protagonisti di una mattinata decisamente insolita in corsia: il team di Vanni Oddera, campione di freestyle, i Vigili del fuoco di Conegliano, i clown di Giocare in corsia, CSM Group e una rappresentanza della giunta di Conegliano, sindaco Chies in testa. Nel corso dell’evento sono state effettuate due donazioni, destinataria la Lilt per il progetto “Giocare in corsia”: una è giunta dai vigili del fuoco e la seconda da Csm Group, azienda di Codognè. «Per noi è emozionante essere qui – hanno sottolineato i Vigili del fuoco – ci unisce al personale dell’ospedale il compito di portare soccorso, spesso ci capita di dover aiutare bimbi in situazioni di difficoltà e pericolo, per questo abbiamo voluto pensare a loro».

moto 5-2

«Abbiamo voluto fare una donazione in memoria di papà Giorgio -ha detto Elisabetta Trolese, titolare di Csm Group assieme al fratello Marco- e ci è sembrato bello poter destinare la nostra offerta ai bambini malati». «Ai Vigili del Fuoco e a Csm Group va un sentito ringraziamento -ha commentato il sidnaco, Fabio Chies- Questa doppia donazione è la conferma di quanto sia importante la sinergia tra pubblico e privato». «Il grazie per la donazione di oggi si unisce al grazie che va rivolto ai Vigili del fuoco per quello che fanno quotidianamente»: ha aggiunto il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi”.

«Le somme donate, per un totale di 3.500 euro, saranno utilizzate -ha spiegato Iva Bin, presidente della Lilt di Conegliano- per la formazione dei volontari di Giocare in corsia». Sono 35 i volontari che quotidianamente accedono in ospedale per regalare sorrisi e momenti di serenità ai bambini ricoverati. Oggi a regalare sorrisi ai baby pazienti, accanto ai clown di Giocare in corsia c’erano il draghetto Grisù e il team di Vanni Oddera che ha consentito ai bimbi (oltre che a qualche genitore, volontario e infermiere) l’emozione di un giro in moto in reparto. «Hai paura?»: ha chiesto Oddera a un bimbo sceso tremante dalla moto. “No, no è l’adrenalina”, è stata la risposta del bimbo, completamente dimentico di essere in pigiama, in reparto, tra una flebo e l’altra.  

mototerapia 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento