Il progetto europeo Stream incontra “I Cortili dell’Arte” a Tarzo

La rigenerazione del territorio passa attraverso arte e cultura nella nuova tappa del progetto internazionale che mira a rivitalizzare le bellezze artistiche dei piccoli centri

Nuova tappa per il progetto “Stream”, il progetto europeo che ha come obiettivo la rivitalizzazione dei piccoli centri e lo sviluppo di destinazioni turistiche d’eccellenza e diversificate in aree rurali o montane attraverso la cultura e l’arte. Sabato 3 agosto infatti, nel piccolo borgo di Fratta di Tarzo, lo Stream sarà protagonista di un incontro nell’ambito della manifestazione “I cortili dell’arte” con una tavola rotonda durante la quale verrà illustrato e presentato al pubblico il progetto. Lo Stream ha come capofila il Comune di Sarmede e come partner il Comitato Provinciale Unpli Treviso, il Comune di Tramonti di Sotto, la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, il RM Regionalmanagement Karnten:Mitte (Carinzia Centrale).

Dopo la conferenza transnazionale che si è tenuta a maggio a San Pietro di Feletto e Revine Lago, questa volta la tavola rotonda “L’arte come mezzo per riqualificare i borghi” vuole focalizzare l’attenzione su “La rigenerazione del territorio attraverso arte e cultura: Stream e la progettazione sistematica partecipata”, con relatori Larry Pizzol, sindaco del Comune di Sarmede capofila del progetto, e l’Architetto Diego Morlin, ideatore del “Parco del Sojo”, parco dell'arte con sculture d'arte contemporanea in mezzo alla natura di Lusiana. Valorizzare le risorse in un’ottica di crescita economica, sociale e turistica. L’obiettivo del progetto europeo Interreg Italia - Austria S.T.RE.A.M. “Sostenere il Turismo sostenibile, la Rigenerazione urbana e la promozione delle Arti in aree Montane” è proprio rivitalizzare i piccoli centri, preziosi ma sempre più fragili, e favorire la nascita di destinazioni turistiche di eccellenza e diversificate in aree rurali e montane grazie alla cultura e all’arte. L’area di confine tra Italia e Austria si caratterizza per una ricchissima eredità culturale e una notevole quantità di siti e opere dall’inestimabile valore. L’eredità culturale rappresenta un’opportunità da sfruttare attraverso la cooperazione transfrontaliera, la mappatura coordinata dei siti valorizzabili, la condivisione di un piano di promozione del turismo nei piccoli centri urbani e rurali nelle zone montane, sia venete sia carinziane, il recupero e l’utilizzo di spazi pubblici e privati, anche attraverso l’utilizzo di metodologie innovative.

cortiliarte2-2

Sabato 3 e domenica 4 agosto, sarà proprio un fine settimana dedicato ad arte e cultura e al loro grande valore, soprattutto per le piccole realtà locali. Film, laboratori, spettacoli e musica per due giornate in cui i visitatori potranno tornare proprietari di quell’eredità culturale che ci appartiene e che non va dimenticata. “I Cortili dell’Arte”, manifestazione ormai giunta alla decima edizione e inserita nel periodo della tradizionale “Festa dell’emigrante”, si sposa perfettamente con le finalità del “Progetto STREAM”. Due giorni dedicati ad artisti, pittori, scultori, fotografi e ceramisti, che esporranno le loro opere lungo un affascinante percorso che si snoda tra portici e cortili del borgo storico di Fratta di Tarzo, dalle 17.30 alle 24 di sabato 3 e dalle 10 alle 24 di domenica 4. «Due giorni per animare questo borgo, un piccolo gioiello come tanti altri sul nostro territorio, che non devono andare perduti ma vanno valorizzati e mostrati con orgoglio - spiega il Presidente della Pro Loco di Tarzo Luciano Piaia - Le case e i cortili si aprono per accogliere le opere e i loro autori, in un suggestivo percorso che dona vita al paese e crea connessioni tra le persone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento