Risvolti culturali per l'Adunata del Piave: in programma mostre d'arte, foto e fumetti

Nell’ambito della manifestazione, che si terrà a Treviso dal 12 al 14 maggio prossimi, sono state programmate otto esposizioni di qualità che accontenteranno tutti i gusti

TREVISO Risvolti culturali di rilievo per la 90a Adunata Nazionale ANA - l’Adunata del Piave - in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio. Nell’ambito della manifestazione sono state programmate otto esposizioni di qualità, che accontentano tutti i gusti: si va da una rievocazione documentaria delle Serenissima Repubblica di Venezia a temi più strettamente legati al Centenario della grande Guerra e agli Alpini, con un occhio di riguardo per le giovani generazioni a cui è dedicato uno spazio speciale che parla il linguaggio dei fumetti e delle illustrazioni. Ecco i principali appuntamenti espositivi in città, elaborati dal Centro Studi del Piave con il patrocinio del COA, il Comitato Organizzatore dell’Adunata.

La Serenissima: Nel prestigioso Palazzo dei Trecento in piazza dei Signori a Treviso dal 6 al 21 maggio saranno esposti documenti, oggetti, carte e rarità notevoli, concernenti la vita della Serenissima Repubblica di Venezia dal 1500 circa alla sua caduta, con una sezione dedicata ai momenti di interesse per la Marca Trevigiana. Una mostra curata da Remo Martini, che propone reliquie rare e preziose, riferimenti storici alla sanità e all'editoria, documentazioni di grande interesse. Una pubblicazione dedicata alla raccolta sarà presentata il 6 maggio alle 10.30 durante l’inaugurazione.

Di qua e di là del Piave: Nella medievale Ca’ Robegan, dal 7 al 21 maggio saranno proposti momenti di vita del 1917 della città e dintorni (di qua del Piave...), imperniando il tutto sulla figura di Mons. Andrea Giacinto Longhin, vescovo di Treviso in quel triste periodo con documenti, fotografie, libri, lettere, diari. Proseguendo (di là del Piave...) si descriveranno le gesta di una medaglia d'oro, Alessandro Tandura, di Vittorio Veneto, primo paracadutato militare al mondo oltre le linee nemiche. Presentazione mostra (curata da Franco Zorzan) e connesso libro, il 7 maggio alle ore 10.30 a Palazzo dei Trecento, segue inaugurazione in sede espositiva.

Dal Piave alla Moldava: Nel sito museale della Sezione ANA di Treviso, "Al Portello Sile" di viale Jacopo Tasso, un riconoscimento ai combattenti per la libertà e la rinascita italiane, preludio alla costruzione dello stato Cecoslovacco. Furono prigionieri e volontari che scrissero pagine di storia ed ebbero come riconoscimento il Cappello Alpino, pur senza le caratteristiche che distinguevano i "nostri". Evento realizzato con il sostegno del Cedos, Centro documentazione storica presieduto da Sergio Tazzer. Presentazione a Palazzo Giacomelli il 29 aprile alle 17.30, successiva inaugurazione in sede espositiva.

Cesare Battisti in Valsugana: L’esposizione allestita dal 6 al 14 maggio in Palazzo Giacomelli, vuole dare lustro al ricordo del grande irredentista trentino ed è curata dall'Associazione Culturale Chiarentana di Levico Terme. La mostra documentaria racconta la vita di un uomo che vedeva lontano e amava la propria terra; un aspetto poco conosciuto di Battisti quello documentato in mostra, poiché valorizza i suoi lavori di geografo, di autore ed editore di guide mirate alla ricerca di sviluppi per l'economia del territorio.

La Grande Guerra raccontata ai ragazzi: Lo Spazio Paraggi di via Pescatori 23 si trasforma dal 6 al 15 maggio nello “spazio ragazzi dell’Adunata” grazie all’esposizione di illustrazioni legate a libri sulla grande Guerra: “Da Caporetto alla vittoria” (tavole di Luigi Piccatto, autore per Dylan Dog), “La guerra di Piero (Piero Sandano), “Scrivila la guerra” (Simona Mulazzani), Lagazuoi - guerra di mine" (Gianni Carino). Mostra curata da Nicoletta Dell’Aira.

In volo sul fronte: Nella sede della biblioteca sezionale ANA di Treviso, in galleria Bailo 10/B, dal 10 al 14 maggio proiezione e distribuzione di un filmato registrato in volo su alcuni fra i più caratteristici punti del fronte montano pre-Caporetto e sullo sviluppo dello stesso dopo la catastrofe del 1917. I lavori per l'esecuzione delle riprese, le ricerche e la produzione, sono stati effettuati in collaborazione con Lando Arbizzani.

L’Alpino in Europa: La mostra curata dalla redazione del giornale “L’Alpino in Europa” propone nella sede Israa di Borgo Mazzini alcuni interessanti pannelli che illustrano le vicende della prima Guerra Mondiale: cause, alleanze, fasi e conseguenze. Una sezione comprende immagini originali, dedicate alla storia degli Alpini. L’inaugurazione è prevista il 7 maggio.

La Tradotta: Sempre nella sede Israa di Borgo Mazzini verrà allestita dal 7 maggio un’altra mostra contenente gli estratti originali e le gigantografie tratti dal periodico “La Tradotta”, ideato e creato dall’alpino Ercole Smaniotto. Titolo: “Cronistoria ed esposizione di giornali di trincea della Grande Guerra”. Mostra curata da Fiorenzo Silvestri, Lino Chies, Toni Battistella.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Banche Venete, Zaia: "Vanno tutelati azionisti e risparmiatori"

  • Cronaca

    Villorba, Marco Serena ci ripensa e ritira le dimissioni

  • Cronaca

    Rivisto il cartello, in piazza Santa Maria dei Battuti si può tornare a giocare a pallone

  • Cronaca

    Fassa Bortolo continua a crescere: in arrivo quattro nuove acquisizioni "made in Italy"

I più letti della settimana

  • Terribile grandinata nell'alto trevigiano: dal cielo piovono enormi chicchi di ghiaccio

  • Male incurabile, imprenditore perde la vita a soli 48 anni

  • Sesso ai giardinetti di Sant'Andrea in cambio di una dose di marijuana

  • Orrore a San Pelajo, muore carbonizzato nel rogo della sua roulotte

  • Si getta sui binari e viene travolta dal treno: suicida studentessa di 24 anni

  • Schianto frontale tra auto nella notte ad Altivole: due giovani feriti gravi all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento