I ciclisti gli bloccano la strada: 62enne armato di tirapugni ne manda uno all'ospedale

Il diverbio è nato domenica mattina, intorno alle 11, in via Roma a Vittorio Veneto. L'uomo è stato denunciato per minacce, lesioni personali e porto abusivo d'armi

VITTORIO VENETO Doveva essere una classica scampagnata domenicale in bicicletta per quattro amici appassionati di ciclismo, ma invece che divertirsi hanno finito la mattinata all'ospedale per seguire il ricovero di un loro compagno, aggredito da un uomo della zona poco prima. Erano difatti circa le ore 11, lungo via Roma a Vittorio Veneto, quando il 62enne C.E. si è ritrovato di fronte il gruppetto di ciclisti mentre era intento a guidare il suo furgone. Subito innervositosi per non riuscire a superarli, ha iniziato a inveire contro di loro e a suonare violentemente in clacson, senza però ottenere alcun risultato, anzi, i quattro amici hanno iniziato a rispondere alle nemmeno tanto velate minacce dell'uomo. A quel punto ne è nato un acceso diverbio, tanto che il 62enne ha bloccato in strada il proprio mezzo per ottenere un confronto diretto, viso a viso, con i proprio avversari di turno. Per fare ciò si è però prima dotato di un tirapugni brandito a mo' di pugnale, iniziando ad aggredire il gruppetto e scaraventando a terra uno dei cicloamatori. L'impatto col suolo è stato però talmente violento da procurargli alcune ferite, tanto che è stato necessario l'intervento del Suem 118 che lo ha poi portato in ospedale per accertamenti e da cui poi è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni. Nel frattempo, invece, sul luogo del diverbio si sono presentati i carabinieri che, una volta appurato quanto successo, hanno subito denunciato il 62enne per lesioni personali, minacce e porto abusivo d'armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

Torna su
TrevisoToday è in caricamento