Vuole lo status di rifugiato ma glielo negano: 20enne aggredisce uno psichiatra

Il giovane straniero, affetto da problemi psichici, è stato denunciato per i reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio

Venerdì mattina, verso le ore 12, la polizia è intervenuta presso gli uffici della Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, a seguito della segnalazione di un soggetto in escandescenze che stava creando disordini e stava aggredendo un medico, puntandogli una penna al collo. Giunti in pochi minuti sul posto, i poliziotti hanno subito provato a dissuadere il ragazzo e, approfittando di un suo momento di distrazione, sono riusciti a liberare il sanitario dalla sua presa. Gli agenti, dopo aver tranqullizzato l'esagitato, lo hanno poi accompagnato in Questura per verificare la sua identità in quanto era privo di documenti. Il giovane, identificato come O.D., nigeriano 20enne già conosciuto alle forze dell'ordine, è stato denunciato per i reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. 

Si è successivamente accertato che che il ragazzo era andato in escandescenze dinanzi al rifiuto del riconoscimento di status di rifugiato, per poi allontanarsi verso il Centro di Salute Mentale di via Venier. L' avrebbe poi fatto irruzione nello studio medico dello psichiatra che, fino a qualche mese fa, lo aveva seguito in un percorso di cura, costringendolo, con una penna puntata al collo, a seguirlo presso la sede della Commissione per convincere i funzionari a riconoscergli lo status di rifugiato, in quanto affetto da problemi psichiatrici. Solo però l'immediato intervento della polizia ha permesso di riportare alla calma una complessa situazione, bloccando il nigeriano prima che potesse cagionare serie lesioni al medico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento