Il più grande albero di Natale vivente italiano è nel Trevigiano: record e magia a Castelbrando

L'albero, un cedro dell'Atlante, è situato nella location da sogno: è alto 33 metri e quest'anno ospita un suggestivo presepe di ghiaccio

L'albero di Natale vivente più grande d'Italia è situato in provincia di Treviso. La location è da fiaba e durante il Natale, grazie anche a questa pianta secolare, diventa ancora pià magica: stiamo parlando di Castelbrando, castello e resort di lusso situato tra i borghi di Cison di Valmarino e Follina.

Albero record

L'arbusto in questione è un cedro dell'Atlante, alto 33 metri, largo tre e antico due secoli. Un prezioso albero che, grazie alle sue dimensioni, vanta non solo il record italiano ma anche un ottimo piazzamento europeo dove rientra nella top ten degli arbusti pià alti del Vecchio Continente.

Il presepe

Un gioiello che si è guadagnato anche la protezione della soprintendenza come bene storico nazionale. Quest'anno l'area da sogno dove sorge l'imponente albero ospita anche un suggestivo presepe di ghiaccio visitabile tutti i giorni: la Natività, contenuta in una teca, presenta statue alte due metri d'altezza realizzate dagli scultori Francesco Falasconi (Apecchio), Mario Demuro (Matera), Giovanni Colarusso (Isernia) e Francesco Carrer (Zeson di Piave). Una piccola grande chicca che fa di Castelbrando una delle più suggestive e incantate cornici del Natale trevigiano.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento