Arrestato un topo d'appartamento a San Vendemiano: a tradirlo i rumori provocati

Manette ai polsi anche per un 21enne ladro di sim telefoniche e schede di memoria. Il malvivente ha utilizzato un sistema elettronico che annulla il sistema di antitaccheggio

TREVISO  Manette ai polsi per un 40enne di Mareno di Piave, a sorprende l'uomo durante un tentativo di furto all'interno di un'abitazione in via Garibaldi a San Vendemmiano, i carabinieri della stazione di Treviso. Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, l'uomo sarebbe stato tradito dal rumore provocato durante il tentato scasso del garage della casa, quando i residenti allertati dai suoni sospetti avrebbero allarmato le forze dell'ordine.Il fatto sarebbe accaduto nella mattinata di venerdì.

Nel medesimo giorno i militari sarebbero riusciti ad arrestare un 21enne di origini romene il quale, in un negozio di Oderzo, sarebbe riuscito a rubare diverse sim telefoniche e schede di memoria, grazie all'ausilio di un sistema elettronico che annulla il sistema di antitaccheggio. Il bottino complessivo sarebbe stato di circa 500 euro. Per il 41enne la condanna nei suoi confronti sarebbe di un anno e quattro mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento