Prelievi a raffica con il bancomat rubato al padre adottivo

L'episodio risale allo scorso mese di luglio. A finire nei guai un cileno di 23 anni che è stato incastrato dalle indagini dei carabinieri di Casale sul Sile

CASALE SUL SILE I carabinieri di Casale sul Sile, nella giornata di giovedì, hanno denunciato un giovane 23enne, di origine cilena, con precedenti di polizia e problemi di tossicodipendenza, per essersi reso responsabile di furto nei confronti del padre adottivo al quale, nello scorso mese di luglio, durante un periodo in cui aveva soggiornato presso la sua abitazione, aveva sottratto il bancomat prelevando complessivamente 1000 euro in più occasioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento