Da maggio via ai lavori del Contro Risiko: Isola Rinaldi riferimento per i servizi ai cittadini

Lo Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia sarà al piano superiore del Palazzo. Si lavora poi alla nuova Brat che verrà ampliata e rinnovata a misura di bambino

TREVISO Come da programma nel mese di maggio inizieranno le operazioni per il trasferimento degli uffici da palazzo Rinaldi all’area Appiani. A partire dalla prima settimana di maggio partiranno i lavori propedeutici al nuovo assetto. Lo spostamento dei settori Lavori Pubblici e Ambiente sarà eseguito a partire dal 22 maggio prossimo e, successivamente, saranno spostati lo Sportello Unico Edilizia (front office accesso atti e front office diffuso) e lo Sportello Unico Attività Produttive, oggi rispettivamente al piano terra e al piano primo di Palazzo Rinaldi (ala nord) che verranno trasferiti ai piani superiori del palazzo. Questo permetterà un adeguato inserimento della BRAT (Biblioteca dei ragazzi) all’interno dell’edificio che affaccia sulla nuova piazza Rinaldi.

Il trasferimento degli uffici comunali si concluderà nel mese di giugno e coinvolgerà tutto il personale. Per evitare disagi all’utenza in collaborazione con il CED comunale verrà garantita la continuità del servizio ed il corretto supporto per la gestione delle pratiche telematiche di Sportello Unico Edilizia e di Sportello Unico Attività Produttive attraverso la piattaforma impresainungiorno.gov.it.  Inoltre sarà garantita per tutto il periodo delle operazioni l’apertura di uno sportello al piano terra, in corrispondenza dell'ingresso dell'edificio, (con due operatori rispettivamente dedicati al SUE ed al SUAP) di supporto agli utenti per tutte le informazioni generali. Il servizio protocollo rimarrà al piano terra della sede municipale di Palazzo Rinaldi.

Nel frattempo, dal mese di giugno, concluse le attività didattiche per l’anno in corso, la BRAT sospenderà il servizio per permettere l'organizzazione del trasferimento ed il riallestimento nei locali rinnovati di palazzo Rinaldi: “Arrivati a Ca’ Sugana, come eredità della Lega, abbiamo trovato un centro svuotato, l’Appiani da riempire, la Prefettura che in procinto di lasciare Palazzo della Signoria avrebbe creato un altro vuoto da riempire con il passaggio di altri uffici del Comune al costo di quasi 8 milioni di euro – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – Un’eredità e un costo sbagliati per la città. Abbiamo quindi sottoscritto un nuovo assetto di interessi pubblici con Provincia e Fondazione, il ‘contro risiko’ e pensato al trasferimento di alcuni uffici, affinché la cittadella delle Istituzioni non restasse una cattedrale nel deserto. Ma è sul fronte del centro – sottolinea Manildo - che ci aspettiamo di vedere i maggiori effetti di questa operazione. Tra alcuni mesi consegneremo ai bambini e alle loro famiglie una nuova biblioteca, ampliata e rinnovata. L’arrivo della Brat a Palazzo Rinaldi rappresenta un tassello importante del grande progetto dell’Isola Rinaldi che diventerà il punto di riferimento per i servizi al cittadino. Insieme alla Brat il Palazzo ospiterà nuove funzioni in una piazza che da parcheggio è tornata  a rappresentare un luogo di aggregazione”, chiude il primo cittadino trevigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento