Sfondano porte e finestre a colpi d'ascia: ladri in casa, bottino da 35 mila euro

Il blitz è avvenuto sabato sera in un'abitazione di via Armando Diaz a Conegliano. Rubati i soldi dalla cassaforte, gioielli e anche una pistola calibro 45. Indagini in corso

Hanno aspettato che i padroni di casa uscissero a cena per il sabato sera poi, senza farsi notare da nessuno, hanno provato a entrare dalla porta sul retro. Non riuscendo ad aprirla hanno dato inizio a un vero e proprio assalto, devastando un'intera villetta in via Diaz a Conegliano.

Un colpo da veri professionisti riportato da "La Tribuna di Treviso" che racconta come i malviventi abbiano sfondato a colpi d'ascia porte e finestre dell'abitazione. Una volta all'interno i ladri sono riusciti a segare un armadio blindato, rubando una pistola semiautomatica calibro 45 Kimber. Non contenti, hanno utilizzato una scala interna per provare a svaligiare anche l'appartamento al primo piano, di proprietà dei genitori della coppia residente al piano terra. Non riuscendo ad aprire la porta blindata dall'interno, hanno sfondato una porta finestra rubando i gioielli dell'anziana signora. Per concludere si sono diretti nel seminterrato dove hanno scovato la cassaforte che sono riusciti ad aprire tagliandola con un flessibile. In totale i malviventi sono riusciti a fuggire con un bottino di 35 mila euro, senza contare i tantissimi danni alla villetta messa completamente a soqquadro. Quando i proprietari sono rientrati, verso mezzanotte, sono rimasti sotto shock per la scoperta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Conegliano che hanno dato inizio alle indagini. La villetta si trova in una zona residenziale tra le più eleganti di Conegliano. L'assalto di sabato sera è molto diverso dai furti in appartamento avvenuti a Conegliano nelle settimane precedenti. Il sospetto dei proprietari è che il furto sia stato messo a segno da una banda organizzata che da tempo pedinava le abitudini dei residenti. La speranza dei militari dell'Arma, impegnati nelle indagini, è quella di riuscire a utilizzare i filmati delle videocamere della zona per provare a risalire all'identità dei malviventi.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento