Si ritrova con il garage di casa stracolmo di rifiuti: colpa di tre giovani ecovandali

Il fatto è avvenuto nelle scorse ore, di prima mattina, in viale Francia nel quartiere San Paolo di Treviso. Vittima una famiglia moldava, ma ora Contarina interverrà solo se pagata

Foto da Antenna3

TREVISO Ritrovarsi con il garage di casa stracolmo di immondizia appartenente ad altri non è proprio cosa di tutti i giorni, ma è quanto accaduto nelle scorse ore ad una famiglia moldava residente in viale Francia nel quartiere di San Paolo a Treviso. Come difatti riportato in un servizio televisivo di Antenna3 andato in onda martedì sera, il box oggetto dell'atto eco-vandalico è stato scelto da alcuni giovani arrivati sul posto con un furgone intorno alle 9 del mattino.

Dopo vari tentativi di aprire invano alcuni garage del condominio dove abita la famiglia, sono riusciti ad aprire quello di un camionista moldavo, padre di ben cinque figli, e hanno così scaricato all'interno diversi sacchi di immondizia (e anche molto altro) prima di scappare via lontani da occhi indiscreti. Fortunatamente però l'operazione non è stata proprio "silenziosa" e così qualche residente si è accorto di quanto stava succedendo ed ha subito avvisato la vittima degli ecovandali che, però, non ha potuto fare altro che sporgere denuncia contro ignoti ai carabinieri.

Oltre il danno la beffa direbbe inoltre qualcuno. Il camionista ha difatti immediatamente contattato Contarina per provvedere alla rimozione dei rifiuti che si è trovato senza motivo nel proprio garage, ma l'azienda si muoverà solo dopo esser stata pagata per il servizio, denaro che al momento l'uomo non dispone, tanto che i vicini di casa hanno starebbero provvedendo ad una piccola colletta per aiutare la famiglia a liberarsi dei rifiuti. La preoccupazione però dei residenti è che tra l'immondizia abbandonata possano magari esserci sostanze nocive o materiale "pericoloso" che solo Contarina potrebbe rimuovere: "E' incredibile che in questi casi le istituzioni non paghino di tasca loro, ma debbano invece farlo i cittadini che oltretutto sono innocenti e non hanno causato il problema. In ogni caso forse un piccolo indizio questi ecovandali l'hanno lasciato, ossia una tessera con nome e cognome. Magari è una persona che non c'entra nulla con quanto successo, ma un controllo andrà fatto" hanno infine dichiarato i residenti della zona.

2018-01-31-PHOTO-00003896-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Coronavirus, attenzione al massimo anche in Veneto

  • Lutto a Mareno di Piave: malore fatale, muore a 32 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento