Giornata della Memoria: un successo a Treviso la serata "Non sapevo di essere ebrea"

"Carla Rocca di fronte alle leggi razziali (1938-1945)": questo il titolo dell'incontro in centro città a cui ha assistito anche il noto attore teatrale Marco Paolini

Un momento della serata

TREVISO Sala verde gremita per l'incontro a Treviso di 'Non sapevo di essere ebrea. Carla Rocca di fronte alle leggi razziali (1938-1945)' che si è tenuto mercoledì pomeriggio nell'ambito delle iniziative per la Gioranta della Memoria. Presente in sala anche il noto attore teatrale Marco Paolini che ha assistito dal pubblico alla serata.

"Attraverso il ricordo di Carla Rocca, delle sue  vicende di ebrea sfuggita ai rastrellamenti in uno dei momenti più oscuri del Novecento, abbiamo avuto modo di rileggere la Storia - ha dichiarato l'assessore alla formazione e città educativa Anna Caterina Cabino -  Le piccole storie di ciascuno sono tessere di quel grande mosaico che in occasione della celebrazione del Giorno della Memoria ci chiamano alla responsabilità comune e all'impegno ad agire sempre per il bene comune".

Gli appuntamenti del calendario civico in occasione della Giornata della Memoria sono poi proseguiti giovedì alle ore 20.30 al Teatro Eden con il “Concerto Orchestre Scuole Medie” degli Istituti Comprensivi 1 – 4 – 5; e vedrà piu continuare venerdì alle ore 20.45 all'Auditorium Stefanini con il Concerto della Banda Musicale Cittadina D. Visentin e Coro Sante Zano. Chiude gli appuntamenti giovedì 2 febbraio alle ore 20.30 la presentazione del documentario “Le Rose di Ravensbrück” all'Auditorum Stefanini a cura di ANPI e ArciLesbica Queerquilia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento