Incendio nel campo nomadi: roulotte in fiamme nella notte

Tragedia sfiorata a Riese Pio X. Il caravan di una famiglia di ex giostrai è andato a fuoco nella notte. Tutti salvi grazie a un cane che, abbaiando, ha svegliato in tempo gli occupanti

Foto de "Il Gazzettino di Treviso"

RIESE PIO X Un incendio improvviso, divampato in piena notte da una roulotte vuota, ha rischiato di provocare una vera e propria strage nel campo nomadi situato tra via Aurelia e via Casoni a Vallà di Riese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" però a salvare le famiglie che stavano dormendo nei caravan adiacenti a quello che ha preso fuoco è stata Topolina, una bastardina di 3 anni che non appena ha visto scoppiare l'incendio si è messa ad abbaiare a più non posso per svegliare i suoi padroni. In pochi minuti le fiamme, sospinte dal vento, hanno incenerito la roulotte che la famiglia di ex giostrai utilizzava come deposito per gli attrezzi. Danni molto gravi anche per il caravan parcheggiato a pochi metri di distanza da quello andato in fiamme dove stavano dormendo una mamma con i figli di 8 e 10 anni. Sul posto è stato provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco dal momento che nel campo nomadi mancava l'acqua corrente. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti per diverse ore e solo poco prima dell'alba i pompieri sono riusciti a riportare la situazione alla normalità. Sulla vicenda indagano ora i carabinieri di Castelfranco per capire quale sia stata la causa alla base di un incendio così pericoloso. Al momento la pista del dolo non è esclusa: qualcuno potrebbe aver dato volontariamente fuoco al caravan rischiando di creare una vera e propria strage ma gli inquirenti stanno valutando anche l'ipotesi di un cortocircuito fatale che avrebbe potuto dare origine all'incendio. Risposte certe per il momento non ce ne sono, ma per le famiglie di ex giostrai che vivono nel campo nomadi di Riese tornare alla normalità non sarà certo facile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento