Minacce e insulti alla star del web Nicola Canal: subito individuato il "leone da tastiera"

I carabinieri di Col San Martino, a seguito della denuncia presentata mercoledì dall'influencer trevigiano, hanno in pochi giorni individuato il suo hater. Si tratta di un 51enne padovano

La star del web Nicola Canal vittima di un hater sui social. L'influencer trevigiano è finito nel mirino di un leone da tastiera che nei giorni scorsi lo ha pesantemente insultato e minacciato sui social, tanto che l'influencer mercoledì ha immediatamente allertato i carabinieri al fine di risalire all'identità del suo detrattore. La vicenda è stata poi raccontata dallo stesso influencer trevigiano in un video pubblicato sui suoi canali social, raccontando come nelle scorse settimane utente avesse passato il limite con una serie di frasi ingiuriose: «Se te beco mi te tiro. Son figlio di un carabiniere»; «Te ripeto no sfidarmi te beco sotto casa te impieno de pache no sta sfidarmi»; «Banboccio non è una minaccia è una promessa». Una situazione che ha spinto Nicola Canal a collegare il tutto alla lotta  contro il cyberbullismo e i messaggi d'odio sempre più frequenti sui social: «Se doveste trovarvi anche voi in una situazione simile - conclude Canal - potete andare dai carabinieri o dalla polizia postale, loro vi aiuteranno. I social non sono una giungla dove si può far quello che si vuole». Frase mai più giusta visto che i carabinieri della stazione di Col San Martino in pochi giorni hanno individuato e denunciato all’Autorità giudiziaria il 51enne M.M. residente a Piombino Dese (PD), ritenuto quale autore delle frasi minacciose inviate tramite l’applicazione “Facebook Messenger”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento