Morte di Emma Gallo a San Fior: in attesa dell'autopsia non si esclude l'ipotesi suicidio

Nelle prossime ore ci sarà il nulla osta per procedere all'esame autoptico sul corpo della donna. I primi indizi però non riescono a dare una risposta univoca su quanto sia successo

A ventiquattro ore dal ritrovamento del cadavere di Emma Gallo, 81enne residente in via Sile a San Fior di Sotto, quanto successo nel garage della donna è ancora avvolto dal mistero. In attesa del nulla osta del magistrato per procedere all'autopsia sul corpo della 81enne, il quale dovrebbe arrivare nelle prossime ore, ancora non risultano chiare le cause del decesso. Ritrovata nei pressi della sua Lancia Y, nella rimessa, Emma Gallo potrebbe essere stata uccisa, magari da un ladro visto che alcune stanze della casa sono state trovate in disordine, come essere deceduta per cause naturali ed improvvise, tanto da non essere riuscita a chiedere aiuto. Non si esclude, però, nemmeno l'ipotesi del suicidio. I primi rilievi del medico legale potrebbero difatti anche far pensare all'ingerimento di qualche prodotto nocivo che avrebbe poi avvelenato la signora, ma ogni certezza la si avrà solamente al termine dell'autopsia. In ogni caso, nel frattempo la casa è stata posta sotto sequestro e i carabinieri di Conegliano continueranno le indagini alla ricerca di indizi che possano aiutare a ricostruire gli ultimi momenti della 81enne.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento