Morte Barina: Procura apre fascicolo per omicidio colposo

Primi risultati delle indagini sulla morte di Roberto Barina, l'operaio della Surgenuin morto assiderato: secondo la Procura sarebbe stato stordito da una fuga di gas non segnalata dall'impianto di sicurezza

Roberto Barina potrebbe essere morto a causa di un difetto all'impianto di sicurezza dell'azienda. E' questo, secondo quanto si è appreso, il sospetto della Procura di Treviso, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Barina, l'operaio della Surgenuin di Riese Pio X morto venerdì in un incidente sul lavoro, non sarebbe svenuto per un malore sul nastro trasportatore. L'ipotesi è che il 32enne sia stato stordito da un'esalazione di gas, non segnalata dai sensori installati, e poi morto per assideramento.

Si tratta ora di stabilire se ci siano responsabilità penali da parte dell'azienda, motivo per cui il sostituto procuratore di Treviso, Valeria Sanzari, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico del titolare.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento