Morte Barina: Procura apre fascicolo per omicidio colposo

Primi risultati delle indagini sulla morte di Roberto Barina, l'operaio della Surgenuin morto assiderato: secondo la Procura sarebbe stato stordito da una fuga di gas non segnalata dall'impianto di sicurezza

Roberto Barina potrebbe essere morto a causa di un difetto all'impianto di sicurezza dell'azienda. E' questo, secondo quanto si è appreso, il sospetto della Procura di Treviso, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Barina, l'operaio della Surgenuin di Riese Pio X morto venerdì in un incidente sul lavoro, non sarebbe svenuto per un malore sul nastro trasportatore. L'ipotesi è che il 32enne sia stato stordito da un'esalazione di gas, non segnalata dai sensori installati, e poi morto per assideramento.

Si tratta ora di stabilire se ci siano responsabilità penali da parte dell'azienda, motivo per cui il sostituto procuratore di Treviso, Valeria Sanzari, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico del titolare.

 

Potrebbe interessarti

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Infarto in casa, 50enne ricoverato in fin di vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento