La Curva Sud non ci sta: protesta dei tifosi del Treviso Calcio davanti al Tenni

Gli ultras hanno esposto un lungo striscione davanti ai cancelli dello stadio, chiedendone l'uso esclusivo per le partite di calcio, e non di rugby, come ipotizzato nei giorni scorsi

TREVISO "El baon resta qua, Nardin e Corvezzo via dalla città!" Il messaggio degli ultras della Curva Sud rieccheggia forte e chiaro sulla tela di uno striscione esposto domenica, davanti allo stadio comunale Omobono Tenni.

Dopo lo scioglimento della prima squadra e la fine di un club durato ben 108 anni, nei giorni scorsi era spuntata addirittura l'ipotesi di utilizzare il campo dello stadio Tenni per le partite di rugby del Benetton Treviso. Un'ipotesi che ha fatto andare su tutte le furie molti tifosi trevigiani che hanno deciso di radunarsi domenica, davanti ai cancelli del Tenni, per manifestare tutto il loro sdegno nei confronti dell'attuale situazione del club. In particolare il loro malcontento si è indirizzato contro l'ex presidente Nardin e Corvezzo, colpevoli a loro dire di aver mandato in rovina la società. Una protesta dal forte valore simbolico, svoltasi proprio nelle ore in cui il Treviso Calcio avrebbe dovuto essere sul campo da gioco a disputare il girone di ritorno del suo campionato, se le cose fossero andate in maniera diversa.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento