Spaccio di cocaina, ex titolare di una pizzeria agli arresti domiciliari

Sgominata banda italo-albanese che aveva creato una rete di spaccio tra Piombino Dese, Battaglia Terme e Casale sul Sile. Nei guai anche un 50enne albanese, ex gestore insieme alla moglie di un locale a Resana

RESANA C'è anche l'ex titolare di una pizzeria di Resana, un albanese di 50 anni, ora ai domiciliari, tra le persone arrestate in una vasta operazione antidroga dei carabinieri di Padova che ha portato a sgominare una banda italo-albanese specializzata nello smercio di cocaina, principalmente tra Piombino Dese, Battaglia Terme e Casale sul Sile. E' in queste località che gli spacciatori smerciavano droga, utilizzando di volta in volta bar, pasticcerie e addirittura barbieri. Il capofila della banda era un 36enne albanese, Mirjan Ndrepepaj, la cui moglie ha lavorato in passato presso la pizzeria di Resana. A riportare la notizia è stato il Gazzettino di Treviso in edicola oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento