Intercettano mail tra aziende, azienda trevigiana truffata per 21mila euro

Un caso di attacco "Man in the middle" tra la "Llexan Italia" di Riese Pio X e un'azienda saudita. I carabinieri identificano e denunciano gli autori del raggiro, cinque cittadini nigeriani residenti a Dronero (Cuneo)

Le truffe on line sono sempre più diffuse

I carabinieri della stazione di Riese Pio X hanno scoperto e identificato gli autori di una truffa messa a segno con la tecnica del "Man in the middle". Ad essere colpita è stata un'azienda della Castellana, la "Llexan Italia" di Riese Pio X, ditta specializzata nella fabbricazione di accessori per l'occhialeria tra cui astucci e apparecchi antitaccheggio per i rivenditori. I malviventi, intercettata la corrispondenza via e-mail tra l'azienda trevigiana e una società degli Emirati Arabi Uniti, sono riusciti ad interporsi modificando l'Iban su una finta mail. Seguendo le indicazioni truffaldine l'azienda saudita ha accreditato una somma di circa 21mila euro, pensando che gli estremi bancari forniti fossero quelli esatti. Così purtroppo non era. Il denaro, anzichè all'azienda trevigiana, è così finito sul conto corrente di una banda di cinque cittadini nigeriani (di 26, 27, 29 anni oltre a due 24enni) residenti a Dronero (Cuneo) che sono stati tutti identificati e denunciati dai carabinieri per truffa. Si tratta di esperti in questo tipo di truffe, con vari precedenti a loro carico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento