Scheletro riaffiora a 2700 metri sul Monte Cristallo: è un soldato della Grande Guerra

A trovarlo, domenica intorno alle ore 14, i militari della Sezione Sci Alpinistica in località Costabella di Cortina

Incredibile ritrovamento quello effettuato nel pomeriggio di domenica, verso le ore 14, dai militari della Sezione Sci Alpinistica dell'Esercito. In località Costabella di Cortina d'Ampezzo, infatti, a circa 2.700 metri, è stato trovato uno scheletro risalente verosimilmente ad un caduto della Prima Guerra Mondiale. Diverse infatti le ossa umane riaffiorate dal terreno, ossia: 1 cranio, 1 mandibola, entrambi i femori, 5 vertebre, 12 costole ed il bacino, oltre ad alcuni pezzi di stoffa. Al momento i reperti "storici" sono a disposizione dei militari in attesa di individuare un'apposita struttura idonea per i successivi dovuti accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento