"Semi di speranza", la biodiversità e sostenibilità insegnata ai più giovani

Festa itinerante per lo scambio e dono di semi e saperi, conoscenze, esperienze a difesa della biodiversità, promossa da associazioni del volontariato moglianese

MOGLIANO Farà tappa alle primarie Verdi quest’anno “Semi di Speranza”, Festa itinerante per lo scambio e dono di semi e saperi, conoscenze, esperienze a difesa della biodiversità, promossa da associazioni del volontariato moglianese e insegnanti dei due Istituti Comprensivi, con il supporto dell’Amministrazione comunale. Dopo l’esordio al Centro sociale e il primo appuntamento, nell’edizione dello scorso anno nel giardino della Primaria G.B. Piranesi, domenica 18 marzo l’appuntamento per bambini, genitori, nonni e amici, è dalle 10 alle 18.00, presso la scuola Verdi.

L’iniziativa mette in sinergia diversi soggetti con idee, creatività, progetti, competenze e speranze che si traducono nella realizzazione di questa giornata dedicata alla biodiversità e all’attenzione all’ambiente. “Questo è un appuntamento con il passato per il futuro, con il quale, grazie all’impegno di tante associazioni, vogliamo far tornare i nostri bambini più a contatto con la natura, per amarla, rispettarla e recuperarla. Il futuro dell’ambiente oggi è nelle nostre mani, ma domani sarà tutto loro, ed è quindi il momento giusto per spargere semi e speranza”, ha commentato il Sindaco Carola Arena.

I veri indiscussi protagonisti sono e saranno sempre i bambini che animeranno una giocosa festa all’insegna della custodia della nostra grande casa comune, la generosa Madre Terra. Quest’anno, oltre all’ormai tradizionale scambio di semi, antichi e riproducibili, di piante che migliorano la fertilità e aiutano api e farfalle, che saranno regalati a chi porterà un lombrico, ci saranno laboratori creativi, giochi sotto i piedi, e saranno realizzate un’oasi per le api e una piccola fattoria con animali da cortile.

“Semi di Speranza” è realizzata con la collaborazione di Amici nel Parco, la Compagnia Zappa e Rastrello, Slow Food Treviso, il progetto “Orti in Condotta”, adottato in tutte le scuole moglianesi. CEIS e SOMS, con il Patrocinio del Comune di Mogliano Veneto. Essa si inscrive in un più ampio progetto di educazione dei piccoli cittadini moglianesi ai prodotti e alle risorse della terra, così come “Mogliano Mangia Bene”, un percorso di promozione della cultura della buona alimentazione, sempre in collaborazione con Slow Food, insieme a Ulss 9 e associazioni del territorio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia sul lavoro a Resana, precipita dal tetto e muore

  • Sport

    "Ciao Capitano!", a Treviso finisce l'era Fantinelli: il play si accasa alla Fortitudo

  • Cronaca

    Incendio all'alba: in fiamme un'azienda di Colle Umberto

  • Cronaca

    Ladri sorpresi in terrazzo a Caorle: prima fuggono, poi incappano nel posto di controllo

I più letti della settimana

  • Maxi incidente in Feltrina: cinque persone ferite, viabilità nel caos

  • Nuova vita per le Grotte del Caglieron: nel percorso anche una caverna mai vista prima

  • Tragico incidente, anziano trovato morto con la gola tagliata

  • Outlet di Roncade, scatta il conto alla rovescia per l'inaugurazione

  • Gli bocciano il figlio alle medie: il papà scatena un parapiglia a scuola

  • Tragedia sulla A13: scende dal proprio camion e viene investito, autista muore sul colpo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento