Semina marijuana, Lotta Studentesca: "Noi pianteremo granturco"

I rappresentanti del movimento, contrari all'iniziativa del collettivo Ztl Wake Up, annunciano che pianteranno del granturco

TREVISO - Lotta Studentesca, come aveva annunciato, ha deciso di scendere in campo per opporsi all'iniziativa sulla semina della pianta di cannabis portata avanti dal collettivo Ztl Wake Up e prevista lungo la Restera. 

"Il silenzio delle istituzioni di fronte a questa iniziativa - spiegano i rappresentanti del movimento -, oltre che priva di utilità sociale anche di dubbia legalità, ci ha portato a decidere di scendere in campo nel pomeriggio di venerdì 2 maggio con la semina, a sua volta, di un'altra pianta: il granturco".

"Il granturco è simbolo di laboriosità e di vita - continuano -. La droga è simbolo esclusivamente di disagi sociali, specie nei giovani per i quali si prospetta un futuro difficile". L'iniziativa avrà luogo lungo via Alzaia sul Sile, dove è prevista la semina di marijuana da parte del collettivo Ztl. Lotta Studentesca intnde sottolinare come, "in un momento di crisi economica e dei valori, la soluzione non è di certo la legalizzazione di sostanze stupefacenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento