Delitto di Rolle, Sergio Papa condannato all'ergastolo

La sentenza del Tribunale di Treviso ha condannato il 35enne accusato del duplice omicidio dei coniugi Nicolasi. Le parole dell'avvocato Quintavalle: «Emozione indescrivibile»

L'abbraccio dopo la sentenza tra la figlia dei coniugi Nicolasi e Giovanni Mura

Ergastolo, con isolamento diurno per due anni. Per la Corte d'Assise di Treviso presieduta dal giudice Michele Vitale Sergio Papa è l'assassino di Loris e Annamaria Nicolasi, i coniugi di 72 e 69 anni tricidati a colpi di roncola la mattina del 1 marzo del 2018 nel giardino della loro casa di Rolle e deve scontare il carcere a vita.

A Katiuscia, la figlia dei Nicolasi che si era costituita parte civile, è stato riconosciuto un risarcimento di 200mila euro. Assoluzione invece solo per il furto di un paio di chiavi di un'auto mentre la sentenza riduce di 12 mesi l'isolamento diurno rispetto alle richieste di Romanelli. Sergio Papa, contrariamente a quanto era stato annunciato in avvio del dibattimento nell'estate scorsa, ha invece preferito non farsi ascoltare dalla Corte. Si è affidato invece ad una memoria scritta a mano e consegnata all'inizio dell'udienza di ieri in cui ha proclamato la sua innocenza e la totale estraneità alla mattanza del 1 marzo dell'anno scorso. Nelle pagine c'è anche un lungo riferimento al suo carattere, che sarebbe esattamente all'opposto dell'identikit tracciato dalle indagini che lo hanno incastrato in particolare grazie alle tracce del suo Dna ritrovate sotto le unghie di Annamaria. Una persona buona, scrive di sé il 35enne, come si evincerebbe anche dal personaggio che ha interpretato per anni nei giochi online come Travian. «Un ambiente - ha scritto - in cui ho conosciuto persone che erano in difficoltà e nei cui confronti io mi sono sempre reso disponibile a dare un aiuto». Alle 18,20 la lettura della sentenza che, in nome del popolo italiano, condanna Papa all'ergastolo. Il figlio delle vittime, Eddi, si alza e con gli occhi lucidi va verso la sorella, che scoppia a piangere e poi si abbandona in un lungo abbraccio al pm Romanelli L'avvocato Roberto Quintavalle, legale di Katiuscia Nicolasi, figlia della coppia assissanata, commenta la sentenza con queste parole: «Sono 45 anni che faccio questo mestiere ma un'emozione così non l'avevo mai provata».

Qui sotto il video integrale dell'intervista all'avvocato Quintavalle

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tamponamento tra quattro mezzi in A27, autostrada in tilt

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento