Per i profughi della caserma Serena di Dosson sarà attivato il wi-fi

Il sindaco Giovanni Manildo torna ad attaccare sul caso migranti: "Non possono essere solo il capoluogo, e alcuni comuni dell'hinterland, a fronteggiare il problema"

TREVISO “Lo avevamo richiesto e sono felice di sapere che si sta procedendo all'attivazione del wi-fi alla caserma Serena – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – comprendiamo le difficoltà di queste persone che arrivano e il cui unico canale di comunicazione con i propri cari è proprio la connessione wi-fi. Tuttavia lo strumento della connessione libera per tutti i cittadini non può diventare la soluzione alle mancata gestione del fenomeno. Anche per questo e per fare il punto sulle misure urgenti discusse a Roma sono tornato a chiedere, insieme all’assessore competente, Anna Caterina Cabino, un nuovo incontro con il Prefetto Laura Lega. E’ importante puntare e stringere i tempi sulle misure premiali per incentivare l'accoglienza diffusa. Non possono essere solo il capoluogo, e alcuni comuni dell’hinterland, a fronteggiare il problema”.

Il commento di Forza Nuova. “Il controsenso appare evidente- si legge in una nota del movimento – mentre i cittadini trevigiani devono pagare per un servizio a questi viene concesso il lusso di usufruirne gratuitamente. Questo è l’ennesimo privilegio di cui chi non ha il diritto di stare in questo paese gode, pensiamo al vitto e alloggio oppure ai telefoni, come alla pocket money quotidiana, benefici ottenuti senza fare nulla. Le spese di gestione dell’accoglienza diventano sempre più esorbitanti e vanno a minare ogni possibilità di investimento per la collettività, la quale invece di essere aiutata deve farsi carico di un’accoglienza totalmente autodistruttiva.  I soldi pubblici devono essere utilizzati per il welfare e non per foraggiare cooperative e immigrati che di profugo hanno solo l’appellativo utilizzato dai giornali.”.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento