Medicina dell'evidenza e percorsi clinici: premio "Gimbe" all’Ulss 9 di Treviso

La Fondazione Gimbe opera a livello nazionale per promuovere la medicina basata sull'evidenza. Il premio è stato affidato alla dr.ssa Laura Cadorin, responsabile del servizio qualità

TREVISO Il progetto premiato su 109 valutati, nasce a livello sperimentale nel 2013. Prende le mosse a fronte della necessità di definire una metodologia aziendale uniforme di verifica dei percorsi clinici e governarne quindi il miglioramento. Utilizzato da principio per l’ictus e confermatosi efficace, nei due anni successivi è stato applicato in altri ambiti: la malattia tromboembolica venosa, l’infarto miocardico acuto, la gravidanza fisiologica, le gravi cerebrolesioni acquisite.

Allo scopo è stato formato un team specifico composto da professionisti del servizio qualità, da un medico ricercatore internista, un esperto di analisi dati, un informatico e un team variabile composto da clinici in base alla patologia trattata e valutatori di cartelle cliniche. Dal lavoro è stato sviluppato un database clinico ad hoc al fine di identificare eventuali inappropriatezze e le relative azioni di miglioramento. Autori del progetto sono: Cadorin Laura dirigente del servizio qualità, Rattazzi Marcello medico di 1°Medicina, Arcidiacono Ilaria infermiera urologia, Buso Roberta medico di 1°Medicina, Buffon Maria Luisa, Carlesso Roberta, Visentin Luca servizio qualità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’attenzione ai percorsi clinici è sempre un’attenzione al paziente e la continua ricerca di un più alto livello qualitativo nelle cure assicurate – pone l’accento il direttore generale Francesco Benazzi -. Il progetto dell’Ulss 9 per una metodologia uniforme in quest’ambito è stato riconosciuto a livello nazionale. Con questo premio, ritengo sia stato raggiunto un importante traguardo per tutti i professionisti dell’azienda che si sono impegnati. Mi congratulo con la dr.ssa Laura Cadorin, i suoi collaboratori e tutti coloro che hanno dato un determinante contributo alla stesura della metodologia di audit clinico premiata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Bimba di due anni uccisa da un tumore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento