Gestione di rifiuti non autorizzata, operazione dei carabinieri a Vittorio Veneto

Un'area di Società Autostrade, in via Savassa, trasformata in discarica con oltre dieci metri cubi di rifiuti inerti provenienti dallo sgombero di abitazioni. Denunciato 38enne marocchino, titolare di un'impresa con sede legale a Vazzola

Alcuni dei rifiuti trovati dai militari

Un imprenditore maorcchino di 38 anni, E.Y.R., residente a Vittorio Veneto, titolare di un’impresa individuale dedita allo smaltimento di rifiuti con sede legale in Vazzola, è stato denunciato dai carabinieri della stazione vittoriese e dai carabinieri forestali per i reati di abbandono di rifiuti e l’attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

I carabinieri, durante un controllo svolto nei giorni scorsi, hanno rilevato una vera e propria discarica in un terreno non recintato di proprietà della Società Autostrade. Durante l’ispezione sono stati quantificati circa 10 metri cubi di rifiuti inerti provenienti da sgombero di abitazioni, in particolare apparecchiature R.A.E.E., materiali legnosi e ferrosi, nonché un’autovettura demolita e pneumatici. I militari, oltre ad aver contestato le violazioni commesse, per le quali verrà segnalato alla Procura della Repubblica di Treviso, hanno intimato a E.Y.R. di procedere allo smaltimento dei rifiuti accumulati secondo le modalità previste dalla legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento