Picchia e minaccia di morte l'anziana madre per ottenere il bancomat: figlia a processo

Alla sbarre una 47enne di Villorba: in base alle indagini avrebbe presa a calci e sberle, tirandola per i cappelli la mamma mente la sbatteva con forza contro la porta della stanza in cui lei, terrorizzata, aveva cercato rifugio

Un bancomat

Schiaffi e calci per farsi dare dalla madre il bancomat. E poi le minacce di morte, puntando contro l'anziana un coltello da cucina. Sono i fatti per i quali è finita a processo una 43enne di Villorba, che deve rispondere dei reati di lesioni aggravate anche dall'uso delle armi e violenza privata.

A denunciarla è stata la stessa madre dopo l'episodio del coltello. «Dammi il bancomat o te lo uso contro»: avrebbe detto la 47enne all'anziana, puntandole addosso la lama. Un episodio, accaduto il 29 febbraio del 2016, che ha rappresentato l'epilogo di 20 giorni di inferno vissuti dalla donna, ostaggio delle violenze della figlia. I maltrattamenti sarebbero iniziati l'8 febbraio precedente. La 47enne, per farsi dare il bancomat della madre, l'avrebbe presa a calci e sberle, tirandola per i cappelli mente la sbatteva con forza contro la porta della stanza in cui l'anziana, terrorizzata, aveva cercato rifugio. Al pronto soccorso alla madre dell'imputata erano state diagnosticate lesioni alle braccia giudicate guaribili in sette giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

Torna su
TrevisoToday è in caricamento