Overdose di eroina, muore una 26enne: indagano i carabinieri

Tragedia nella serata di giovedì in un appartamento di un condominio di via Garibaldi a Vittorio Veneto. Arianna Macrì è stata soccorsa dal Suem 118 ma i tentativi di rianimazione sono stati purtroppo inutili

foto da Facebook

Una giovane vita spezzata a causa di una fatale overdose di eroina. Dramma nella serata di giovedì a Vittorio Veneto, in un appartamento di un condominio di via Garibaldi. A perdere la vita una cameriera 26enne, Arianna Macrì: la giovane è stata soccorsa dagli infermieri del Suem 118 che hanno tentato, inutilmente di rianimarla. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Vittorio Veneto che ora indagano sulla vicenda: sequestrata una piccola dose di droga e una siringa.

Il pubblico ministero della Procura di Treviso, Davide Romanelli, ha disposto l'autopsia sul corpo della 26enne trovata morta giovedì sera. Il magistrato ha inoltre aperto un fascicolo di idagine con l'ipotesi di reato di morte in conseguenza di altro reato. Quando sono stati chiamati i soccorsi la 26enne era purtroppo già deceduta. A quanto si è appreso Arianna Macrì non era nota ai servizi socio sanitari o alle forze dell'ordine e lavorava come stagionale in Germania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento