Prostituta denudata e rapinata dalla gang: arrestato un 19enne

Il giovane è stato identificato e fermato dai carabinieri di Onè nella notte. Lui e ai suoi complici, in via di identificazione, avrebbero colpito anche in un centro massaggi di Fonte

FONTE I carabinieri della stazione di Onè di Fonte hanno identificato e arrestato nella notte tra giovedì e venerdì uno dei responsabili di due rapine avvenute nella zona nei mesi scorsi. Si tratta di un marocchino di 19 anni, senza fissa dimora, finito in manette per rapina aggravata in concorso. Il primo episodio risale allo scorso 10 gennaio quando, a tarda sera, un gruppetto di giovani (pare sia stranieri che italiani) ha assaltato e rapinato un centro massaggi. In quel frangente la titolare dell'attività, una donna cinese, è stata costretta, con la minaccia di una pistola, a consegnare l'incasso (alcune centinaia di euro) e un telefono cellulare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo fatto in cui il 19enne, con la sua gang, è stato protagonista, risale al 2 marzo ed è avvenuto sempre a Fonte. Il gruppetto, sempre pistola alla mano, entrò (dopo aver preso appuntamento) nell'appartamento di una giovane prostituta cinese. L'asiatica, in balia dei malviventi, fu spogliata, completamente nuda e derubata. Le vittime delle rapine sono riuscite a fornire agli investigatori un preciso e prezioso identikit. La scorsa notte i carabinieri sono riusciti a fermare il 19enne che attualmente si trova in carcere. Ora è caccia agli altri componenti della banda, sia italiani che stranieri. Non ancora ritrovata l'arma utilizzata dai malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento