Taopatch sbarca sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo

Solo nelle prime 3 ore la tecnologia per la cura ed il benessere di Castelfranco ha ricevuto oltre 70.000 dollari da oltre 500 sostenitori

Fabio Fontana, fondatore della Tao Technologies e del dispositivo Taopatch

Il dispositivo innovativo castellano Taopatch creato da Fabio Fontana, fondatore della Tao Technologies di Castelfranco Veneto, è appena sbarcato nella piattaforma americana di raccolta fondi Indiegogo, un sito di finanziamento collettivo che raccoglie a livello internazionale prodotti innovativi, acquirenti privati ed investitori di oltre 223 Paesi. Dopo solo tre ore dal lancio, sono stati raccolti oltre 70.000 euro, superando oggi i 130.000 euro con oltre 750 sostenitori.

«Il debutto su Indiegogo è stato straordinario -dichiara Fabio Fontana, creatore di Taopatch- tramite questa piattaforma privati o investitori hanno l'occasione di pre-ordinare il prodotto oppure finanziare il progetto. In 2 giorni abbiamo superato l'obiettivo prefissato di 22.000€ superandolo oggi del +586%. Questa è una soddisfazione grandissima che ci dà conferma di come la funzionalità e l'affidabilità di Taopatch stiano crescendo a livello internazionale. Dentro questi numeri noi non vediamo solo il fatturato, ma il numero di persone che cureremo e aiuteremo a stare meglio. Lavorare giorno e notte è stata dura, ma ne è valsa la pena. Ora Taopatch è al secondo posto tra i prodotti in evidenza nella piattaforma ed è stato inserito tra i consigliati della piattaforma stessa, il che ci fa supporre che nei 32 giorni restanti di permanenza il numero degli ordini crescerà sempre di più. Va dato grande merito anche ai nostri partner americani: Marco Alati e Dmitri Leonov che hanno coordinato la distribuzione e la campagna di lancio».

Un dispositivo, quello di Taopatch, che è realizzato secondo le tecniche più innovative della nanotecnologia e della biofisica applicata alla medicina. Qui in Italia sono oltre 350.000 le persone che lo stanno indossando in questo momento. Il numero di professionisti in Italia formati all'uso di Taopatch è pari a 1.800 e 600 sono i centri che ne fanno un uso quotidiano in diagnosi e in terapia. Si stima che in Italia siano trattati circa 4 milioni di pazienti in studio con questa tecnologia.

Si tratta di un'innovazione nel mondo sanitario che sta crescendo a livello internazionale, soprattutto nel mercato americano. «Stiamo ricevendo un riscontro straordinario dal mercato statunitense – continua il fondatore della Tao Technologies – Abbiamo registrato oltre 700 richieste a settimana arrivando a distribuire (da parte dei nostri importatori americani) 8.400 dispositivi al mese per un valore economico di € 700.000. Questo dato dimostra non solo l'interesse verso il dispositivo ma anche il feedback positivo espresso dalle persone e dai professionisti sanitari in Italia e all’estero che lo stanno applicando sui propri pazienti. In questo 2020 oltre al Giappone che è un mercato in cui siamo già presenti, stiamo progettando di accedere anche in altri mercati, questo sarà uno dei prossimi passi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TaoPatch è il dispositivo sviluppato da un team di esperti coordinato dal dr. Fabio Fontana e certificato CE al Ministero della Salute realizzato secondo le tecniche più innovative della nanotecnologia e/o della biofisica applicata alla medicina. TaoPatch nasce dall'esigenza di curare, attraverso tecniche non invasive e senza effetti collaterali, gli scompensi posturali e neuro-muscolari attraverso l'emissione di fotoni. L'obiettivo è di intervenire rispetto all'equilibrio del corpo per renderlo più fluido ad ogni movimento, permettendo al corpo umano di superare più facilmente traumi di varia natura (posturale, nevralgica, muscolare) e di migliorare le performance fisiche. Risultato ancora più notevole è il miglioramento della condizione fisica di individui affetti da malattie, come la sclerosi multipla o i soggetti affetti da Parkinson.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Scooter fuori strada: morto un 38enne, ferita una ragazza 21enne

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento